facebook twitter rss

Passerelle per disabili in spiaggia,
il Comune ci prova: progetto
per un finanziamento regionale

PORTO SANT'ELPIDIO - L'idea è realizzare due passerelle rimovibili d'inverno sui lungomare nord e sud, i Giovani democratici:"Bene lavorare a una città fruibile per tutti"
Print Friendly, PDF & Email

Porto Sant’Elpidio punta ad agevolare l’accesso in spiagga dei disabili. L’amministrazione comunale sta elaborando un progetto per ottenere, tramite la partecipazione ad un bando regionale, un cofinanziamento per la realizzazione di passerelle sul litorale. Un piano a cui plaudono i Giovani democratici. “Un disabile – osserva il segretario della sezione cittadina dei Gd Fabio Rossano – non solo deve avere la possibilità di accedere in spiaggia, deve sentirsi a proprio agio senza sentirsi diverso. Il progetto al quale stanno lavorando gli assessori Piermartiri, Amurri e Stacchietti spero possa permettere di riqualificare il litorale elpidiense, per far sì che Porto Sant’Elpidio diventi una città più fruibile a tutti, propensa ad un turismo più sociale e inclusivo”.

Si sofferma sull’idea l’assessore Luca Piermartiri: “Ci stiamo lavorando insieme all’assessorato all’urbanistica e dovrebbe essere pronto per la fine del mese. Vorremmo realizzare almeno due passerelle rimovibili durante la stagione invernale, da posizionare nelle spiagge libere nella zona nord e sud del litorale”. Guarda positivamente all’accessibilità l’assessore al turismo Elena Amurri: “Il miglioramento di ciò che abbiamo va realizzato in un’ottica di inclusione sociale e fruizione dei luoghi al 100%”. Le conclusioni all’assessore all’urbanistica Daniele Stacchietti. “Trovo doveroso che un amministrazione che si è sempre distinta per l’accessibilità e più in generale per l’attenzione ai più deboli, svolga un’azione concreta in più che tenda alla pari dignità. È un segnale non solo di attenzione verso i più deboli ma anche l’opportunità di una più concreta civiltà”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti