facebook twitter rss

Conto alla rovescia per il festival della scienza: torna Fermhamente

FERMO - Tema di quest’anno “Scienza e Immagine” dal 17 al 20 ottobre prossimi. Aperte le prenotazioni alle attività per le scuole
Print Friendly, PDF & Email

60 eventi in 4 giorni in 20 locations diverse. Torna a Fermo Fermhamente, il Festival della Scienza che tanto successo ha riscosso nelle due precedenti edizioni del 2017 e del 2018, in quest’ultima in particolare con una presenza di circa 8 mila persone (nelle foto l’edizione 2018). La terza edizione dal 17 al 20 ottobre, promossa dall’Amministrazione Comunale di Fermo – Assessorato alla Cultura in collaborazione con Labilia di Mauro Labellarte, sotto la direzione scientifica di Andrea Capozucca, avrà come focus e tema “Scienza e Immagine”.

Un ricco calendario di eventi, laboratori, mostre, conferenze, incontri, caffè scientifici con lo scopo di suscitare nei partecipanti un interesse verso la lettura scientifica della realtà.

Festival che si avvale del sostegno e del contributo della Camera di Commercio delle Marche, della collaborazione delle locali scuole superiori, del Conservatorio Pergolesi di Fermo, delle Università di Camerino, Macerata, Urbino e dell’Università Politecnica delle Marche, e della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici “San Domenico” di Fermo.

“Torna per la terza edizione un Festival che sta crescendo sempre più ed in cui crediamo per le sue grandi potenzialità – ha detto il vice sindaco e Assessore alla cultura di Fermo Francesco Trasatti – un festival che vanta un ricco programma di appuntamenti, nomi di spicco del mondo scientifico ed un’organizzazione coordinata da un Comitato Scientifico di tutto rispetto, composto da esperti e autorità autorevoli del mondo accademico. Un Festival che coinvolge le nostre scuole e le Università delle Marche, a dimostrazione della vocazione della Città di Fermo, Learnig City dell’Unesco, per la formazione, l’educazione e l’istruzione, per cui sviluppare il tema della scienza è significativo e connaturato alla storia, alla tradizione e al futuro della Città”.

“Le immagini sono, e sono state, parte integrante della divulgazione del sapere e da sempre concorrono a costruire e diffondere il pensiero umano – ha detto il Direttore Scientifico del Festival Andrea Capuzucca. Sono uno dei modi migliori per rendere la scienza accessibile e comprensibile sia per gli scienziati, sia per i non esperti. Molte immagini della scienza sono ormai parte del modo collettivo di “vedere la scienza”. Il valore dell’immagine è comunicativo, ma soprattutto creativo data la capacità dell’immagine stessa di “illuminare” la mente e “formare” l’idea stessa che nel pensiero scientifico, come in quello artistico, nasce spesso già “figurata” nei suoi aspetti morfologici e strutturali.

Sono aperte le iscrizioni per le scuole: tutte le attività di venerdì 18 (mattina e pomeriggio) e sabato 19 (solo mattina) sono dedicati proprio agli istituti scolastici. I laboratori sono pensati e realizzati per essere frequentati da intere classi o da gruppi misti con un massimo di posti disponibili secondo le fasce di età e gli orari specificati all’interno di ogni attività. La maggior parte di esse è ciclica (cioè ripetuta più volte nell’arco della stessa giornata, ad esempio i laboratori), le restanti sono eventi unici (quasi tutte le conferenze). Ogni insegnante dovrà prenotare le attività alle quali interesserà partecipare con i propri studenti chiamando il numero di telefono 0734.34.34.34 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 14.00.

Info e prenotazioni anche all’indirizzo: fermhamente@comune.fermo.it

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti