facebook twitter rss

La Virtus condanna la Sutor ad
un amaro esordio di campionato

SERIE B - Sul fondo della Rossella di Civitanova Marche mille tifosi sutorini non sono bastati a spingere la Premiata al successo inaugurale di torneo. I padroni di casa ottengono i primi punti 2019/20 grazie al 72-61 finale. Domenica prossima palla a due alla Bombonera al cospetto di Faenza
Print Friendly, PDF & Email

CIVITANOVA MARCHE (MC) – Un esordio di campionato sicuramente non facile per la Sutor che, contro la Virtus Civitanova, regge solo un quarto per poi cedere il passo agli uomini di coach Domizioli che si impongono 72-61.

Il palcoscenico della gara è stato quello delle grandi occasioni e cioè l’EuroSuole Forum dove sono accorsi ben 1000 tifosi veregrensi che non hanno voluto perdersi l’esordio in serie B e il primo derby della stagione. La prima uscita sutorina è stata segnata subito da una sfida molto dura, contro un avversario ben attrezzato per la categoria che ha potuto contare fra i tanti su un’ex stella gialloblù: quel Valerio Amoroso che qualche anno fa aiutò proprio la Premiata ad imporsi nel panorama cestistico nazionale.

IL TABELLINO

ROSSELLA VIRTUS CIVITANOVA 72: Felicioni, Trapani, Rocchi, Masciarelli, Vallasciani, Amoroso V., Amoroso F., Cimini, Bagalini, Pierini. All. Massimiliano Domizioli

SUTOR PREMIATA MONTEGRANARO 61: Lupetti, Ragusa,Ninonà, Villa, Di Angilla, Tremolada, Jovovic, Ciarpella F., Caverni, Panzieri, Polonara,Lucangeli. All. Marco Ciarpella

PARZIALI: 11-17, 29-15, 15-15, 17-14

PROGRESSIVI: 11-17, 40-32, 55-47, 72-61

LA CRONACA

Il primo quintetto dell’anno vedeva schierato Caverni in cabina di regia, con il duo veregrense Lupetti – Ciarpella ai lati mentre Polonara e Panzieri hanno agito sotto le plance. Coach Ciarpella però ha dovuto fare a meno di Jovovic al quale ha concesso solo un minuto per via del problema alla caviglia dal quale sta lentamente recuperando.

Il primo quarto è iniziato con la Virtus Civitanova che preme subito sull’acceleratore passando avanti per 5-0 ma la reazione della Sutor è tutto fuorché da matricola. I gialloblù infatti trascinati da un grande Caverni tornano in gara e prendono il largo vincendo il quarto 17 a 11. Il copione del match cambia drasticamente nel secondo periodo con i fratelli Amoroso che salgono in cattedra cambiando così l’inerzia della gara. Per più di 4 minuti la Sutor non riesce a trovare la via del canestro e la Virtus ne approfitta confezionando un break di 12-0.

Il secondo tempo ha aperto le danze su un equilibrio maggiore rispetto ai primi due quarti. I ragazzi di coach Domizioli controllano la gara ma i gialloblù riescono a tenere botta, grazie alla bella prova di Panzieri e al grande incitamento del settore riservato ai tifosi gialloblù, senza però recuperare alcun punto dello svantaggio accumulato nel secondo periodo. Gli ultimi 10 minuti sono per lunghi tratti gestiti da Alessandri e compagni, la Sutor viene fuori solo nell’ultima parte recuperando 10 punti ma che servono solo a rendere meno amaro un passivo che aveva toccato più di venti punti.

Una prima uscita per la Sutor ricca di preziose indicazioni nonostante la sconfitta. Ovviamente c’è ancora tanto da migliorare perché questo meritano i mille immensi tifosi sutorini che hanno fatto sentire a casa gli uomini di coach Ciarpella grazie alla loro voce e calore. Appuntamento ora a domenica 6 ottobre, ore 18, contro la Reiko Faenza per un nuovo storico esordio, quello della Premiata alla Bombonera

LE DICHIARAZIONI:

In sala stampa nel post gara è intervento il play gialloblù Michele Caverni:

“Lo sapevamo dall’inizio che sarebbe stata una partita dura – dichiara Caverni – siamo partiti bene all’inizio poi però dal secondo quarto abbiamo perso un po’ di ritmo commettendo anche qualche errore di inesperienza che vista la nostra giovane età ci può stare. Ora bisognerà ripartire dalle cose positive per prepararci al meglio per la prossima battaglia domenica in casa. Siamo una squadra completamente nuova ed è logico che ci voglia del tempo per imparare a conoscersi. Quel che è certo che noi continueremo sempre a lottare su ogni pallone così come abbiamo fatto contro Civitanova anche quando il passivo era pesante”.

Primo impatto anche con il pubblico veregrense per Caverni: “I nostri tifosi sono stati grandiosi, sembrava di giocare in casa. Contro Faenza dobbiamo puntare anche su di loro, facendo di tutto per regalargli la prima gioia in questo campionato”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X