facebook twitter rss

Cavalcata dell’Assunta,
Torre di Palme si prepara
alla grande festa per la vittoria

FERMO - Festa in programma per il prossimo 5 ottobre dalle 19,30 al circolo Zeta club
Print Friendly, PDF & Email

“Quasi due mesi sono trascorsi dal quel 15 agosto che ha regalato ai colori gialloverdi la vittoria del Palio dell’Assunta. Una corsa spettacolare, due batterie combattute e una finalissima senza storia per le concorrenti. Dopo sedici anni di astinenza è stata la contrada Torre di Palme, per mano del suo priore Samuele Bruni, ad alzare al cielo della Strada Nuova il drappo realizzato da Giorgio Crepas.
Con negli occhi le immagini di quel trionfo tanto sognato e diventato realtà grazie a Gavino Sanna in sella a Zenia Zoe, sabato 5 ottobre – annunciano dalla contrada – i contradaioli di quella che per Fermo rappresenta una delle contrade più popolose e che raccoglie quartieri tra loro diversi come Salvano, Marina Palmense e lo splendido borgo di Torre di Palme appunto, si ritroveranno a tavola per celebrare degnamente la vittoria. L’appuntamento è al Circolo Zeta Club a partire dalle 19.30 con l’aperitivo, e si proseguirà fino a tarda notte con la musica live.
Alla serata parteciperanno gli storici priori e tanti personaggi che hanno fatto, e fanno ancora oggi, grande Torre di Palme. Molte saranno le sorprese e tra queste l’arrivo di Silvana Graup, seconda donna dopo Rosita Quintili nel 1982 per Pila, a vincere un palio, proprio il primo dei gialloverdi”.
“Una festa da non perdere – la definisce il priore Bruni – che avrà un menù di pesce come nella migliore tradizione della Contrada, con possibilità di varianti di carne e gluten free”. Oltre a questo ci sono però le emozioni ancora vive: “Tante volte avevo immaginato come sarebbe stato, ma la realtà ha superato ogni aspettativa. Impossibile descrivere cosa rappresenta per noi questa vittoria. Aspettiamo tutti quelli che vorranno condividere con noi la serata e sono certo ci saranno anche tantissimi giovani, quelli che hanno scoperto solo quest’anno, per motivi anagrafici, cosa vuol dire vincere un Palio”, ha sottolineato il priore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti