facebook twitter rss

Sorpresa a Porto Sant’Elpidio:
Famiglini lascia la Lega

PORTO SANT'ELPIDIO - Il capogruppo del Carroccio lascia il partito, ma rimarrà in Consiglio comunale da autonomo
Print Friendly, PDF & Email

Giorgio Famiglini

di Pierpaolo Pierleoni

Ha protocollato stamattina una comunicazione al Sindaco e al presidente del Consiglio comunale, informando della sua decisione di dire addio alla Lega, per costituire un gruppo autonomo. Giorgio Famiglini se ne va dal partito di Salvini, di cui era anche coordinatore comunale. Lascia il Carroccio, ma non il suo scranno consiliare, dove rimarrà ora da indipendente. Una decisione che era nell’aria da qualche settimana: si rincorrevano infatti voci di tensioni tra Famiglini e gli altri dirigenti del partito. Nessuna polemica però da parte sua dopo l’uscita. Il diretto interessato motiva la sua scelta con ragioni personali.

“Per situazioni personali e lavorative ritengo di non riuscire a garantire il tempo necessario per curare gli impegni che un grande partito come la Lega richiede” lo scarno commento del consigliere. Famiglini si era candidato per la prima volta alle amministrative del 2013 a Porto Sant’Elpidio in una lista civica, subentrando a legislatura in corso in aula. Successivamente è entrato nella Lega, ne ha costituito il gruppo in Consiglio comunale e ne ha assunto il coordinamento in città. E’ stato anche consigliere provinciale in quota Lega nel passato biennio e alle elezioni comunali di maggio 2018 è risultato il più votato in lista ed è stato rieletto, nei banchi di minoranza.

Il Carroccio perde dunque rappresentanza in Consiglio comunale nella seconda città della provincia fermana, a partire dalla prossima seduta. A guidare il partito a Porto Sant’Elpidio dovrebbe subentrare Gioia Giandomenico, già nominata nei mesi scorsi coordinatore organizzativo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti