facebook twitter rss

Progetto Gaia fa sorridere i bimbi
e la ricerca: quasi 8.000 euro raccolti
con la Giornata del cuore

PORTO SANT'ELPIDIO - Consegnati al Salesi nuovi giochi per i bimbi malati, straordinario successo per la cena di beneficenza, il prof.Pirani:"Prezioso l'aiuto delle associazioni"
Print Friendly, PDF & Email

Dopo una cena dalla partecipazione straordinaria, con più di 350 commensali e quasi 8.000 euro raccolti, la seconda edizione della Giornata del cuore si è conclusa idealmente con la consegna, all’ospedale Salesi, di nuovi giochi ai bimbi del reparto di oncologia. Bilancio ottimo per l’evento di beneficenza promosso lo scorso 13 settembre al ristorante Primo piatto, al Diamante di Porto Sant’Elpidio, su iniziativa di Lusiana Perini e del marito Emanuele Mancini, componenti della onlus Progetto Gaia. L’associazione è nata nel reparto di oncologia del Salesi, per opera di genitori di bimbi malati di tumori e leucemie. L’obiettivo è quello di finanziare il reparto, offrire aiuto psicologico ed economico alle famiglie e sostenere progetti di ricerca.

Alla conviviale c’era anche Zia Caterina, la tassista fiorentina dall’allegria contagiosa che regala un sorriso ai piccoli pazienti oncologici che entrano nel suo Milano 25. Hanno partecipato il primario del reparto di oncoematologia del Salesi, Paolo Pierani, e il consigliere regionale Gianluca Busilacchi che nei loro interventi hanno manifestato il sostegno al Progetto Gaia. “Lo Stato ci dà tanto a livello di cure e macchinari all’avanguardia – ha sottolineato Pierani – ma il ruolo delle associazioni è fondamentale, perché allietando la vita in ospedale o, ad esempio, comprando giochi per i bambini o un elettrodomestico nuovo per la cucina riservata alle famiglie, danno una grossa mano dove la sanità pubblica non riesce ad arrivare”.

Busilacchi si è impegnato a “continuare a portare avanti la nostra battaglia per far si che il reparto di oncoematologia del Salesi resti un eccellenza marchigiana come lo è stato fino ad oggi”, ribadendo pieno appoggio, personale e politico, alla onlus. Fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa la generosità del ristorante Primo Piatto che, sostenendo interamente il costo della cena, ha permesso di devolvere l’intero ricavato, circa 7.800 euro, all’associazione Progetto Gaia.

I fondi saranno indirizzati ai progetti di ricerca della Fondazione Città della speranza di Padova, l’istituto di ricerca pediatrica più grande d’Europa per i linfomi, ai clown-dottori del Baule dei sogni e a Zia Caterina. Da parte del presidente di Progetto Gaia, Filippo Marilungo, il ringraziamento a tutti i partecipanti e agli altri sponsor che hanno sostenuto l’evento. L’ultimo atto della seconda edizione della Giornata del Cuore si è compiuto venerdì scorso, quando i genitori dell’associazione sono andati nel reparto del Salesi, ormai la loro seconda casa, per consegnare dei nuovi giochi per i bambini. Con loro Fabio Ripa di Primo Piatto e Zia Caterina per mostrare la loro vicinanza al progetto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti