facebook twitter rss

Vis Pesaro-Fermana, le
voci dalla sala stampa

SERIE C - Mister Flavio Destro e l'attaccante Tommy Maistrello commentano l'1-1 maturato sull'erba dello stadio "Benelli"
Print Friendly, PDF & Email

Maistrello nella sala stampa del Benelli al termine del derby in casa della Vis Pesaro

di Paolo Gaudenzi

 

PESARO – “Ci siamo schiacciati un pò troppo, non abbiamo rischiato niente fino al gol ma un baricentro basso, con il passare dei minuti,  diventa pericoloso ed eccoci infatti a prendere la rete del pari”.

Inizia così la relazione nella sala stampa dello stadio “BenelliFlavio Destro, tecnico della Fermana, ad analizzare l‘1-1 scaturito al termine del confronto in casa della Vis Pesaro.

“Abbiamo fatto discretamente bene – ha proseguito -, ma lo ripeto, dovevamo prenderli più alti soprattutto negli ultimi minuti. La nostra è stata una buona gara ma alla fine abbiamo persino rischiato di perderla. Continueremo a lavorare duramente, cercando di limare gli errori. Rimane comunque una prestazione positiva, in una partita condita anche dal fattore derby“.

Dopo gli umori del timoniere canarino arrivano le considerazioni di Tommy Maistrello, nella gara sotto la lente di ingrandimento a siglare la prima rete stagionale con la casacca del Girfalco.

“Peccato per quel gol al novantesimo, ennesima risultanza frutto del fatto che stiamo pagando troppo oltre il lecito situazioni che non ci meritiamo. Starà a noi ribaltare tali circostanze sul campo – l’approccio del bomber -. Il mio gol viene da uno schema provato, e fortunatamente riuscito, per merito anche della bella palla disegnata da Ricciardi. Il doppio ariete? – la sollecitazione sull’impiego contemporaneo al fianco di Cognigni per un inedito tandem offensivo -. Esperimento riuscito nonostante la novità, in campo ho avuto questa impressione. Onestamente c’è del rammarico, come domenica scorsa in casa – ha concluso -. Sull’erba diamo l’anima, e oggi da una potenziale vittoria a poco dal termine poteva paradossalmente scaturire una sconfitta“.

“La dedica per il gol va a mia madre, da poco a festeggiare il compleanno, ma anche a Molinari, che durante il ritiro mi ha profettizzato la rete – la conclusione del centravanti -. Con loro anche il grazie al team manager Walter Matacotta ed al magazziniere Chico Tomassini, figure che hanno agevolato al meglio il mio inserimento a Fermo”.

 

Articolo correlato:

La Fermana assapora la vittoria a Pesaro, ma è raggiunta al 90′


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti