fbpx
facebook twitter rss

Consegnati gli attestati
ai Maestri del Lavoro
nel Fermano per il 2019

FERMANO - Il messaggio del prefetto Filippi: "Rinnovo i miei complimenti agli insigniti che ho avuto il piacere di incontrare ad Ancona lo scorso primo maggio dove si è svolta la cerimonia di consegna delle decorazioni delle Stelle al merito del Lavoro ai lavoratori delle Marche"
mercoledì 9 Ottobre 2019 - Ore 08:50
Print Friendly, PDF & Email

Come da tradizione consolidata, si è svolta ieri pomeriggio presso la Sala Consiliare della Provincia di Fermo la cerimonia di consegna degli attestati di benemerenza della Provincia di Fermo ai Maestri del Lavoro del territorio fermano insigniti per l’anno 2019 della prestigiosa onorificenza.

La cerimonia è stata aperta dal saluto dell’amministrazione da parte della presidente della Provincia Moira Canigola, che ha espresso viva soddisfazione per lo svolgimento di questa sentita iniziativa. “È con grande orgoglio – ha affermato la presidente Canigola durante la manifestazione – che la Provincia di Fermo premia quanti hanno saputo testimoniare, nella loro vita lavorativa e professionale, laboriosità, abnegazione e competenza. Ringrazio i maestri del Lavoro che, con il proprio lavoro e impegno, hanno fattivamente contribuito allo sviluppo e alla crescita delle aziende del territorio fermano, dove quotidianamente si sono impegnati con forte senso del dovere. I Maestri del Lavoro costituiscano un esempio importante per le giovani generazioni”.

Ha preso, poi, la parola il console interprovinciale di Fermo-Ascoli Piceno, Amilcare Brugni, per il saluto della federazione Maestri del Lavoro d’Italia. Ilconsole ha posto l’accento sull’impegno concreto della federazione che nelle scuole porta consigli, testimonianze, suggerimenti per facilitare l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro anche con l’organizzazione di visite in aziende e realtà produttive.

Al termine del suo intervento, il console interprovinciale di Fermo-Ascoli Piceno ha letto una lettera che il prefetto di Fermo, Vincenza Filippi, ha voluto far pervenire ai Maestri del Lavoro del Fermano, in quanto la stessa non ha potuto partecipare alla cerimonia per concomitanti impegni istituzionali. “Rinnovo – scrive il prefetto Filippi – i miei complimenti agli insigniti che ho avuto il piacere di incontrare ad Ancona lo scorso primo maggio dove si è svolta la cerimonia di consegna delle decorazioni delle Stelle al merito del Lavoro ai lavoratori delle Marche”.
Ad accompagnare in Provincia i Maestri del Lavoro i rappresentanti delle aziende dove gli stessi lavorano, nonché i sindaci e i consiglieri dei Comuni di provenienza.
I Maestri del Lavoro 2019 premiati con l’attestato di benemerenza della Provincia di Fermo sono Simona Belleggia,  29 anni di servizio presso Bros Manifatture srl. È stata insignita della Stella al merito del lavoro con la seguente motivazione: “Si è distinta per meriti di perizia, laboriosità e comportamento disciplinare e per la grande precisione e accuratezza con cui realizza il controllo qualità”. Fabrizio De Minicis, 29 anni di servizio presso Bros Manifatture srl. È stato insignito della Stella al merito del lavoro con la seguente motivazione: “Si è distinto per la sua scrupolosità e accuratezza nel realizzare il suo lavoro sempre con la stessa passione. Ha tenuto sempre un comportamento disciplinare e si è distinto per singolari meriti di perizia e laboriosità”. Terzo Maestro del Lavoro, Sandro Maranesi, 36 anni di servizio presso Moreschini Aldo & Gianfranco srl. È stato insignito della Stella al merito del lavoro con la seguente motivazione: “Ha sempre tenuto una condotta irreprensibile nei confronti dei superiori, ai quali ha esposto con rispetto le sue idee per il miglioramento dell’azienda, sia nei confronti dei colleghi. Ha sempre lavorato con la diligenza del buon padre di famiglia e con entusiasmo. Sempre molto attento nell’uso e nella manutenzione degli attrezzi di cantiere e nel segnalare eventuali problemi di sicurezza. Ha sempre istruito e migliorato sia gli apprendisti, sia gli altri lavoratori, con cui ha lavorato con pazienza ed entusiasmo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X