facebook twitter rss

Marcozzi sconfitta sul
campo di Morrovalle

SERIE D - Partita densa di emozioni, ma dal finale a sorridere ai padroni di casa maceratesi. Tante recriminazioni in quota alla Victoria, ma non resta altro che pensare al prossimo impegno casalingo al cospetto dello Sporting
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Secondo arrivo in volata per la Marcozzi, ma questa volta i due punti restano ai padroni di casa del Morrovalle, che meritatamente portano a casa una rocambolesca vittoria al foto finish che negli ultimi 5 minuti di gioco sembrava compromessa, dopo che i fermani erano rientrati prepotentemente in partita dal meno 15 (48 a 33) del 28’.

IL TABELLINO

PALLACANESTRO MORROVALLE 66: Bruscantini ne, Riccioni 4, Cuccoli 7, Bordignon 8, Cingolani 4, Bongelli 2, Mordini 13, Di Chiara 7, Marota 8, Carpineti ne, Panaro 13, Pagliaricci. All. Pomante

VICTORIA MARCOZZI FERMO 62: Ricci 3, Lodico 9, Hoxha, Giacobbi, D’Onofrio, Menghini 6, Cinti 8, Ndour 24, Pierantozzi 2, Mastroianni 2, Fenucci, Pelacani 8. All. Cicchitti

LA CRONACA

Il pressing a tutto campo e la difesa costantemente con le mani addosso dei padroni di casa mette in chiara difficoltà la Marcozzi che litiga spesso con il canestro con tutti gli esterni per i primi due quarti, eccezion fatta per Ndour che sotto le plance non ha avversari mettendo a referto 12 punti a metà gara.

Il 20 a 13 del primo quarto e il 35 a 26 di metà gara sono fin troppa grazia per Ricci e compagni che nonostante la brutta prestazione sono in partita nel punteggio. Troppi individualismi e forzature dopo pochi secondi di azione, non consentono di mettere sul campo quanto di buono e produttivo visto nella prima giornata di campionato.

I padroni di casa pero’ non ne approfittano in pieno e pertanto la partita è ancora aperta per la metà restante di tempo. La ripresa del gioco pero’ non vede cambiare il trend dell’incontro, con i padroni di casa che non smettono di pressare a tutto campo e di difendere alla morte su ogni pallone. Cicchitti prova soluzioni con rotazioni continue, sperando di trovare qualcuno che oltre Ndour riesca a buttarla dentro; si arriva anche al meno 15 con la gara saldamente in mano a Morrovalle.

Finalmente gli esterni Lodico e Cinti iniziano a fare canestro ed il gap alla penultima sirena è di 9 punti. Sul 56 a 46 la Marcozzi piazza un 10 a 0 che stordisce i padroni di casa rientrando in gara grazie al solito Ndour e due canestri di Menghini che danno il sorpasso sul 57 a 58. Ci sono gli ultimi due minuti da giocare, ma ora l’inerzia sembra essere tutta nelle mani dei fermani; sulla gara pero’ a questo punto pendono le discutibilissime decisioni arbitrali che in meno di 1 minuto assegnano un tecnico alla panchina per una blanda e civilissima protesta del coach ed un antisportivo a crono fermo a Lodico, eliminandolo di fatto dal campo, avendo nel primo tempo subito anche un tecnico.

Sono attimi di confusione totale con i padroni di casa che approfittano della situazione, tornando avanti nel punteggio. Sono pero’ due mancati rimbalzi in difesa a castigare la Marcozzi e che portano in paradiso il Morrovalle. Non bastano ai gialloblu’  gli ultimi 5 minuti per poter vincere il match che meritatamente va a Morrovalle ma che con quelle due decisioni a pochi istanti dal termine, di certo lasciano molto perplessi.

Basti pensare che il computo complessivo finale dei falli è di 19 a 27 oltre al tecnico al coach, dato abbastanza sconcertante per una gara terminata in volata e  per una squadra locale  che ha difeso per quasi 40 minuti a tutto campo. Finite le recriminazioni più che giustificate, si pensa al prossimo impegno di sabato prossimo tra le mura amiche della palestra Leti contro lo Sporting Porto Sant’Elpidio, sabato prossimo 26 ottobre ore 18,30.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti