facebook twitter rss

Futsal Cobà, il punto
con Campifioriti e Zanella

SERIE A2 - Il tecnico ed il prezioso elemento della rosa Shark analizzano l'approccio di stagione
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – Dopo un primo rapido assaggio di stagione, in casa Futsal Cobà arrivano ulteriori considerazioni da parte dei tesserati Sharks. A prendere la parola ecco dunque il timoniere del quintetto biancoazzurro, Leonardo Campifioriti (foto).

Mister, quali sono stati i presupposti che hanno portato all’importante vittoria sul difficile campo di Ciampino?

“Prima di tutto l’essere riusciti, anche grazie agli interventi del nostro portiere Juninho, a non andare sotto nel punteggio ad inizio partita, visto che l’approccio non è stato dei migliori e ne abbiamo anche parlato durante la settimana. Poi, il non esserci scomposti ed essere man mano riusciti a prendere in mano la gara senza più tentennamenti”.

Quali devono essere le necessarie prerogative per proseguire nella striscia positiva anche con la Cioli Feros Ariccia Valmontone? A che punto è la “rosa” considerando l’assenza di Nejc Hozjan convocato dalla nazionale slovena?

“Sì, è vero, Nejc non sarà con noi e la sua assenza sicuramente peserà non poco, anche se siamo molto felici per lui e la Nazionale è sempre il sogno di tutti i calciatori. Proprio per questo fondamentale sarà avere l’apporto di tutti gli altri ed in particolare di chi come Basso è un po’ acciaccato, ma credo che siano tutti recuperati lui compreso. Dovremo avere un approccio ben diverso ed imporre ritmo ed intensità fin da subito e con costanza”.

 

Al lato del tecnico, gli umori di Ricardo Zanella.

Zanella, le chiediamo prima di tutto le condizioni fisiche, ed in secondo luogo, come si trova con il gruppo?

“Fuori e dentro al campo stiamo diventando quasi una famiglia con i miei compagni di squadra, sono molto contento. Parlando di me, ho cercato di dare tutto quello che avevo nel mio rientro a Ciampino ma non sono ancora al massimo della condizione e al momento sono al 40/50%. Ad ogni modo, mi ha fatto piacere tornare al gol e contribuire alla nostra vittoria”.

Quando ha importanza in un campionato come la A2 di Futsal l’aspetto tattico? A che punto siete con l’assimilazione del “credo” di mister Campifioriti?

“La parte tattica è molto importante perché ad alti livelli la qualità è spesso simile e gli equilibri vengono rotti a palla ferma e con giocate già provate in allenamento. Noi dobbiamo migliorare molto sotto questo profilo e stiamo lavorando per con il mister in perfetta armonia. Stiamo man mano migliorando, ma c’è ancora da fare e arriveremo con il lavoro quotidiano ai livelli adatti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X