fbpx
facebook twitter rss

Tragedia sull’asfalto
Impatto agghiacciante,
muore un motociclista (Le Foto)

RAPAGNANO - Coinvolti nel sinistro mortale anche un'auto e un autobus. Sul posto i carabinieri del Radiomobile della compagnia di Montegiorgio, quelli della stazione di Falerone, la polizia stradale, i vigili del fuoco, la Misericordia e la Croce verde Torre San Patrizio
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli e Simone Corazza (foto Simone Corazza)

Una carambola agghiacciante costata la vita a Pierluigi Cesari che si trovava in sella alla sua moto. Nel primissimo pomeriggio di oggi si è consumata la tragedia a Piane di Rapagnano dove Cesari, 58enne residente a Falerone, ha perso la vita a seguito di uno spaventoso incidente che ha visto coinvolti, oltre alla moto su cui viaggiava, anche una vettura e un autobus. Un impatto violentissimo e a nulla sono valsi i soccorsi del 118.

Pierluigi Cesari

L’uomo, infatti, è spirato. Raccolto l’sos disperato, la centrale operativa del 118 di Ascoli Piceno ha immediatamente inviato sul posto i sanitari della Misericordia Montegiorgio e della Croce verde Torre San Patrizio, con l’automedica della Croce gialla Montegranaro. Con loro, a sirene spiegate, i carabinieri del Radiomobile della compagnia di Montegiorgio, i colleghi della stazione di Falerone, la polizia stradale di Amandola e due mezzi dei vigili del fuoco. I soccorritori hanno temporaneamente chiuso al traffico, in entrambi i sensi di marcia, la strada, via Tenna per la precisione. I sanitari hanno subito soccorso il motociclista ma ormai per Cesari non c’era più nulla da fare. Troppo gravi le lesioni riportate. E infatti da lì a pochi istanti si è consumata la tragedia. I militi hanno anche soccorso la persona al volante dell’auto, una persona di circa 70 anni, trasportata all’ospedale di Fermo. Le sue condizioni non sembrano gravi. Illesi i passeggeri nell’autobus e il conducente, visibilmente sotto shock. La notizia della tragica scomparsa di Pierluigi Cesari si è rapidamente diffusa nel Fermano lasciando tutti sgomenti. L’uomo, infatti, era conosciuto e stimato dall’entroterra alla costa dove negli anni passati aveva anche gestito il ristorante-pizzeria Stella Artois, a Lido di Fermo.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X