fbpx
facebook twitter rss

“Giornata mondiale delle cure palliative”,
le iniziative in campo per informarsi

FERMO - Lunedì le interviste a Radio Fermo Uno: alle 11 il dottor Pucci, neurologo dell’Av 4 e coordinatore del gruppo di studio di bioetica e cure palliative della società italiana di neurologia, e alle ore 16 l’avvocato Raffaela Fortuna dell’Associazione Familiari dei Malati di Alzheimer. Ai microfoni anche Laura Stopponi dell'associazione “L’Abbraccio” Onlus.
Print Friendly, PDF & Email


“La giornata mondiale delle cure palliative, l’11 novembre prossimo, verrà celebrata a Fermo con una serie di iniziative promosse dalle associazioni di volontariato che operano in ambito sanitario e che avvieranno un progetto, finanziato dal Csv Marche, di informazione, formazione e sensibilizzazione per volontari e cittadini sul diritto ad essere curati senza dolore, nel rispetto della dignità della persona, per l’autodeterminazione dei percorsi di cura e le scelte condivise dei percorsi terapeutici”. E’ quanto fanno sapere gli organizzatori delle iniziative in programma.

“La giornata è organizzata insieme all’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Area Vasta 4 e vedrà la presenza di esperti in materia e associazioni di settore sia presso il Punto Unico di Accesso ‘Civico 18’ in via Zeppilli sia attraverso interventi a Radio Fermo Uno. In particolare, alle ore 11, a radio Fermo Uno, interverrà il dottor Pucci, neurologo dell’Area Vasta 4 e coordinatore del gruppo di studio di bioetica e cure palliative della società italiana di neurologia, e alle ore 16 sarà il turno dell’avvocato Raffaela Fortuna dell’associazione Familiari dei Malati di Alzheimer. Gli intervistati saranno accanto a Laura Stopponi dell’associazione L’Abbraccio (Capofila del progetto ”Volontari competenti per la rete delle cure palliative nelle Marche).
Le cure palliative sono un diritto che – aggiungono gli organizzatori – deve essere garantito ad ogni cittadino, in ogni fase del percorso terapeutico e per ogni condizione clinica, ma a tutt’oggi sono poco conosciute e mistificate nonostante la legge di riferimento in Italia (L. 38/2010) sia attiva da quasi dieci anni, e la Regione Marche l’abbia fatta propria con la legge Regionale 7/2019, proprio per questo le associazioni si impegnano in tal senso e colgono ogni occasione, come la giornata mondiale, per promuoverne la corretta informazione.
L’11 novembre è dedicato a San Martino, il cui mantello (il pallio appunto) è il simbolo tangibile della cura globale e della presa in carico della sofferenza, proprio come le cure palliative curano e si prendono cura non solo della malattia, ma anche della persona malata e dei suoi familiari.
Per porre domande o prendere contatti con chi si occupa di questi temi ci si potrà recare, lunedì 11 novembre dalle 9.30 alle 16, presso il Pua Civico 18 (via Zeppilli 18, Fermo), o chiamare il numero 0734 6252800 o inviare messaggi Whatsapp al numero 366 8341033”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X