fbpx
facebook twitter rss

Fiera d’autunno da sold out,
in arrivo oltre 300 ambulanti
Il saluto del dirigente Cecati

PORTO SAN GIORGIO - Torna la settima Fiera d'Autunno domenica 17 novembre. Bancarelle nelle vie del centro dalla 8 alle 20. In prima linea Croce Azzurra, Protezione civile, Polizia locale ed ufficio commercio comunale. Dita incrociate per il meteo.
Print Friendly, PDF & Email

Fiera d’Autunno ai nastri di partenza. Domenica torna infatti uno degli appuntamenti commerciali più importanti ed attesi dagli operatori. Dalle 8 alle 20 il centro città sarà invaso da oltre 300 ambulanti e 40 espositori che si posizioneranno su viale Buozzi. A qualche decina di metri, in viale Don Minzoni, mostra mercato della Coldiretti con venti bancarelle. In prima linea, oltre all’ufficio commercio del Comune e alla Polizia Locale, anche la Croce Azzurra. Viabilità e sicurezza i temi centrali. Piena sinergia con la Prefettura di Fermo che ha organizzato anche per quest’anno dei controlli interforze che vedranno impegnati Carabinieri, Finanza e Polizia per arginare il fenomeno dell’abusivismo commerciale. Quella di domenica sarà l’ultima edizione organizzata dal dirigente comunale Gianraffaele Cecati che dopo 36 anni di servizio andrà in pensione.

“A Cecati va il nostro ringraziamento -ha commentato l’assessore Valerio Vesprini- la fiera a Porto San Giorgio è nata con lui. Ed è cresciuta negli anni. Amata e ricercata dagli espositori, apre di fatto alla stagione natalizia”. Confermata la collaborazione con la Coldiretti in viale Don Minzoni. “Sensibilizza al rispetto ed all’educazione alimentare” ha rimarcato Vesprini. E fondamentale pure il supporto della Croce Azzurra. Saranno tre le ambulanze dislocate in centro oltre ad una equipaggio che si muoverà per le vie del salotto buono della città. “Non poteva mancare il nostro contributo -ha detto il presidente della pubblica assistenza, Gilberto Belleggia- in piazza Matteotti allestiremo anche un gazebo per misurare la pressione arteriosa gratuitamente”. Ci pensa Cecati invece ad entrare nel merito delle fiera. “Evento che sta crescendo sempre di più. Commercialmente questo è un periodo fiacco -spiega il dirigente comunale- la fiera dà una spinta in più agli operatori. Le occasioni sono tante, le richiesta degli espositori sono aumentate. E non mancheranno le opportunità”. Pronto inoltre il piano della emergenza sanitaria.

Quattro bus navetta faranno invece la spola dai quartieri nord e sud dalle 9.30 alle 19.30 con una pausa pranzo. Partiranno ogni venti minuti. Accanto agli ambulanti pure diverse associazioni senza scopo di lucro e uno stand della Pro Loco. Per la Coldiretti è Luca Pulcini, responsabile della sezione di Fermo, a spiegare il senso della mostra mercato. “Portiamo il prodotto locale e di qualità a km zero -dice- sarà un viale colorato di giallo”. Pulcini ha annunciato il raggiungimento della soglia di un milione di firme per ottenere che l’etichettatura dei prodotti sia obbligatoria. “Ogni consumatore ha il diritto di conoscere l’origine dei prodotti ì. Abbiamo raggiunto 1.100.000 firme. Le Marche hanno raccolto 43mila firme e la provincia di Ascoli e Fermo 12.600”. La Fiera d’Autunno vedrà uno spiegamento di uomini della Polizia Locale già dalle 6 del mattino.  “Saremo in servizio dalle 6 alle 22 con tutto il personale, 13 unità, e dieci di questi faranno un doppio turno. In sostanza 11 saranno alla mattina e 13 al pomeriggio e di questi, tre unità saranno dedicate alla viabilità” ha affermato il comandante Giovanni Paris che ha poi rivolto un appello alla cittadinanza. “Chiediamo pazienza perché potranno esserci possibili rallentamenti sulla Statale”.

Sa. Ren.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X