fbpx
facebook twitter rss

La TiEmme
piega Matelica a suon
di bombe

SERIE D - Il quintetto di coach Marilungo libera ben undici triple all'indirizzo della Vigor, cogliendo così la terza vittoria consecutiva in campionato
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Terza vittoria consecutiva per la TiEmme Basket che incrementa il bottino in classifica e si lascia alle spalle l’inizio di campionato arido di soddisfazioni.

A farne le spese la Vigor Matelica che alla palestra Coni non riesce a rompere la maledizione delle partite in trasferta, per ora tutte perse.

IL TABELLINO

TIEMME BASKET FERMO 76: Poggi 7, Mezzabotta 11, Casturà n.e., Sandroni n.e., Pasqualini 6, Malaspina 6, Bastarelli n.e., Belleggia 2, Bernard 19, Verdecchia (cap.) 21, Ballo 4. All. Marilungo, vice Valentini

VIGOR MATELICA 63: Olivieri 7, Porcarelli (cap.) 26, Boni, Pecchia 2, Zamparini 7, Poeta, Cocciale 6, Magnatti, Picchietti 4, Brachetti 11. All. Porcarelli, vice Picchietti

ARBITRO: Caforio di Chiaravalle (AN) e Di Lello di Chiaravalle (AN)

PARZIALI: 17-12, 15-16, 23-15, 21-20

PROGRESSIVI: 17-12, 32-28, 55-43, 76-63

LA CRONACA

La partita è stata molto spigolosa, fisica, a tratti, soprattutto nel finale, con molte recriminazioni nei confronti del duo arbitrale soprattutto dalla panchina di Matelica.

Notevole la quantità di falli fischiati ad entrambe le formazioni che hanno incrementato considerevolmente il numero dei punti segnati dalla lunetta: per la TiEmme quasi il 30% dei punti totali è venuto da tiri liberi. Comunque la partita, dopo un inizio tendenzialmente alla pari, ha visto la TiEmme prendere un vantaggio di qualche punto che ha mantenuto per tutto il primo tempo. Nella ripresa dalla pausa lunga la TiEmme prende ancora qualche punto di vantaggio che lo mantiene fino alla fine della gara che riesce a chiuderla con 13 punti di vantaggio. Nell’ultima frazione di gara, a dire il vero, gli ospiti si sono avvicinati ai fermani tentando una timida rimonta che comunque non ha mai impensierito davvero la formazione locale.

Quello che ha fatto la differenza in questa partita è stata soprattutto la precisione nei tiri da tre. Sono piovute tante bombe verso Matelica alla palestra Coni: 11 triple segnate a referto di cui cinque solo dalla mano di capitan Verdecchia contro le cinque dalla parte opposta, che verrebbe da scrivere “solo cinque” se cinque non fosse in realtà un numero normale di triple in un campionato come quello di serie D.

Sono le 11 della TiEmme a destare meraviglia e speriamo che non diminuiscano di molto nelle prossime gare visto che sono la parte più incisiva della formazione fermana. Superata Matelica ora non resta che prepararsi per la difficile trasferta di Ascoli tra due settimane. Una trasferta impegnativa perché l’Ascoli Basket, dopo la sconfitta della prima giornata contro la Victoria Fermo, ha inanellato cinque vittorie consecutive.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X