facebook twitter rss

Altidona ricorda il vicebrigadiere
della polizia Giovanni Ripani:
“Vittima del Dovere”

ALTIDONA - Il 17 novembre 1976 Ripani, altidonese e capopattuglia della Volante Duomo della Questura di Milano venne barbaramente ucciso in piazza della Vetra, nel corso di una sparatoria con alcuni rapinatori della banda di Renato Vallanzasca
Print Friendly, PDF & Email

Il comune di Altidona e la collettività omaggiano la memoria del vicebrigadiere della polizia Giovanni Ripani: “Vittima del Dovere”

Si è tenuta martedì scorso ad Altidona la cerimonia in occasione del 43esimo anniversario dalla ricorrenza della morte delvicebrigadiere Giovanni Ripani.
“Era infatti il 17 novembre 1976 quando Ripani, cittadino altidonese e capopattuglia della Volante Duomo della Questura di Milano – ricordano dal Comune – venne barbaramente ucciso in piazza della Vetra, nel corso di una sparatoria con alcuni rapinatori della banda di Renato Vallanzasca.

Il 19 novembre scorso, Altidona ha voluto quindi ricordare il suo sacrificio, tutti intorno al Monumento ai Caduti prospiciente la scuola elementare che porta il suo nome, alla presenza del sindaco Porrà, del questore Soricelli, del comandante della compagnia di Fermo, dell’Arma, Peluso, degli alunni e delle insegnanti della Scuola Primaria di Altidona, di tutte le autorità civili, militari e religiose del territorio oltre che di associazioni Poliziotti in Pensione e Carabinieri in Congedo.
E’ stato un momento particolarmente sentito in cui istituzioni e cittadinanza si sono stretti in un abbraccio simbolico alla sua famiglia, ricordando ai giovani delle nostre scuole un eroe che ha sacrificato la propria vita per difendere la società civile, nonché un valoroso modello da seguire.

“Quarantatre anni dopo siamo riuniti per celebrare una grande vittima del dovere – dichiara il sindaco Giuliana Porrà – affinché il senso del dovere, a costo di grandi sacrifici, sia da esempio e stimolo per la nostra società e in particolare per i più giovani”. I bambini, dopo la deposizione di una corona di alloro, hanno sventolato delle bandierine tricolori e cantato sulle note di “Over the Rainbow”, aggiungendo ad una celebrazione già molto sentita e partecipata, un’atmosfera magica e di buon auspicio al fine di favorire lo sviluppo di una cultura della legalità e del rispetto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti