facebook twitter rss

Area ex stazione, storia chiusa:
via Pec la Steat esercita il diritto di prelazione
L’atto verrà firmato ad inizio 2020

FERMO - Bocche cucite per il momento nella società di trasporto pubblico, sottoposta negli ultimi mesi ad un vero e proprio tiro al bersaglio
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

La storia, per il momento, è chiusa. È quanto trapela dalla Steat, dopo aver esercitato via Pec il diritto di prelazione per l’acquisizione dell’area dell’ex stazione di Santa Lucia. Le bocche, negli uffici di via Giovanni da Palestrina, restano al momento cucite: nessuna dichiarazione da parte del presidente Fabiano Alessandrini dopo settimane di polemiche roventi che hanno visto l’azienda al centro di un dibattito scatenatosi in relazione ad un’asta che, in conseguenza del mancato acquisto da parte del Comune di Fermo (che avrebbe potuto esercitare per primo il proprio diritto di prelazione), aveva visto lievitare il costo da 650mila a oltre 1,5 milioni di euro con un’offerta da parte di un privato.

Presente, passato e futuro della società di trasporto pubblico sono stati messi sotto la lente di ingrandimento, a suon di comunicati e conferenze stampa, con lo stesso presidente che più volte ha ribadito come i bilanci negli ultimi 10 anni siano stati chiusi in utile e come la società, come messo nero su bianco in una recente nota, “sia sottoposta ad ogni sorta di verifica e controllo, a partire dal collegio dei revisori dei conti”.

Adesso tutto passa nelle mani del notaio e, una volta preparato l’atto, Steat e Demanio si ritroveranno allo stesso tavolo per sancire la vendita, probabilmente tra il gennaio e il febbraio 2020.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti