facebook twitter rss

Il no alla violenza sulle donne di Porto Sant’Elpidio: intitolazione, convegno e una panchina rossa

PORTO SANT'ELPIDIO - Domenica alle 9.30 l'intitolazione della pinetina al "25 novembre", giornata contro la violenza di genere; intanto Commissione segnala le pubblicità che offendono le donne
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Un weekend tutto all’insegna dell’impegno contro la violenza sulle donne, quello in programma a Porto Sant’Elpidio, che celebrerà in anticipo la giornata internazionale, che cade il 25 novembre, con un doppio appuntamento. Assessorato e Commissione pari opportunità, come sottolinea l’assessore Emanuela Ferracuti, “vogliono impegnarsi per superare una concezione di discriminazione ed inferiorità rispetto all’uomo. Una donna su 3 nel mondo subisce violenza, l’età parte dai 15 anni, è quindi un fenomeno molto persistente e riguarda ogni ambito ed ogni ceto sociale. Celebriamo questa giornata, ma l’impegno per superare gli stereotipi deve andare avanti tutti i giorni”.

E’ partito proprio questa settimana il corso di autodifesa, con la prima lezione illustrativa svolta lunedì sera. Sabato 23, assessorato e commissione parteciperanno al convegno organizzato dall’Avri. Ma il momento più significativo sarà quello di domenica mattina, alle 9.30, con l’intitolazione della pinetina di fronte all’istituto Carlo Urbani, tra via Cuneo e via Legnano, al 25 novembre, appunto giornata internazionale contro la violenza sulle donne. “Ringrazio il consigliere Giorgio Marcotulli per aver formulato la proposta in Consiglio comunale – ricorda la Ferracuti – che è poi stata discussa e modificata in commissione consiliare. Sarà anche installata una panchina di colore rosso, si proseguirà con un convegno”.

Ad illustrare i relatori invitati, la presidente della commissione pari opportunità Ilaria Santandrea. “Avremo la psicoterapeuta Stefania Ciarrocchi per parlare dell’aggressività sui social network. Abbiamo pensato che il tema, estremamente attuale, che riguarda davvero tutti e non solo le donne, meritasse di essere trattato. Parleremo anche di giustizia penale con la prof. Lina Caraceni dell’università di Macerata. Altra relatrice sarà Eleonora Consoli, direttrice del carcere di Ascoli Piceno, su prevenzione e cura sociale dei conflitti familiari. Avremo anche la consigliera di parità Laura Cognigni e la presidente della Commissione provinciale pari opportunità Antonella Orazietti. Termineremo con un buffet”.

La consigliera Annalinda Pasquali sottolinea la scelta di intitolare un luogo vicino alle scuole ad una data che simbolegga l’impegno contro la violenza di genere. “E’ uno spazio ideale, in vista, sia per gli studenti delle scuole medie che delle superiori, perchè la violenza di genere si combatte con la formazione e l’educazione. Oltre alla targa di intitolazione, la posa di una panchina rossa vuole essere un simbolo, chiaro e visibile, di questo impegno. All’interno della commissione abbiamo avviato anche una lotta contro gli stereotipi di genere. Abbiamo deciso di intervenire contro le pubblicità che sfruttano l’immagine della donna in modo volgare per fini economici. Stiamo rivolgendoci ai garanti del comitato di controllo per segnalare le pubblicità che riteniamo lesive della dignità della donna. Abbiamo già effettuato due segnalazioni, una qui a Porto Sant’Elpidio ed una in una città limitrofa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti