fbpx
facebook twitter rss

I carabinieri blindano il Fermano
Posti di blocco e controlli:
un arresto e due denunce,
nei guai anche dei minori (Foto)

FERMANO - Massicci controlli da ieri fino a questa mattina. Posti di blocco lungo le principali vie di scorrimento e di accesso al Fermano. Lotta ai furti e all'uso di droghe e all'abuso di alcol. Identificate 193 persone, controllati 185 veicoli, elevate 15 contravvenzioni per infrazioni al codice della strada con il sequestro di due veicoli, il ritiro di una patente di guida. Sequestrati complessivamente 11 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, marijuana e cocaina
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli e Simone Corazza (foto Simone Corazza)

I carabinieri blindano l’intero territorio provinciale. Ieri, dal tardo pomeriggio, non è stato difficile imbattersi nei militari dell’Arma. Sì perché il comando provinciale si è schierato in massa sulle principali arterie viarie del Fermano con controlli, posti di blocco, di controllo, restringimenti di carreggiata a un senso di marcia, etilometri e perquisizioni. “Che cosa sarà successo?” la domanda che si sono posti molti, tra automobilisti e residenti, di coloro che si sono ritrovati a tu per tu con le divise. E a parlare con l’Arma si scopre subito che quella non era la domanda giusta da porsi. “Che cosa non deve succedere?” è quella corretta. Sì perché i militari sono stati impegnati in un massiccio controllo straordinario del territorio disposto dal comando provinciale. In strada anche i vertici dell’Arma fermana.

E, oltre a un arresto, sono scattate anche delle denunce e delle segnalazioni alla prefettura. Nei guai anche due minorenni.

A sovrintendere i controlli, infatti, è arrivato direttamente il comandante provinciale, il tenente colonnello Antonio Marinucci. A coordinarli il comandante del reparto operativo Gianluigi Di Pilato mentre a dirigerli ‘sul campo’ il comandante della compagnia di Fermo, il maggiore Roland Peluso con il sottotenente Antonio Trombetta, comandante della sezione operativa del Nucleo operativo Radiomobile, e il comandante della compagnia di Montegiorgio, il capitano Massimo Canale. Tornando alle zone perlustrate, i militari hanno praticamente blindato tutte le principali vie di scorrimento della provincia, e anche quelle di entrata nel Fermano per chi proveniva da altre province limitrofe. Passate al setaccio la costa, a partire dal lungomare e dai principali luoghi della vita notturna, tra bar e pubblici esercizi, e praticamente tutte le zone industriali e artigianali della provincia. Se si fa il conto complessivo delle divise impiegate dal pomeriggio di ieri fino all’alba di oggi, sull’intero territorio provinciale sono stati impegnati 34 carabinieri a bordo di 17 autovetture. In strada tutte le stazioni della costa, da Porto Sant’Elpidio a Pedaso e diverse stazioni dell’entroterra, il Radiomobile e i militari dei due comandi provinciali che, a turno, hanno perlustrato il Fermano in lungo e largo. Con loro anche i colleghi dell’unità cinofila di Pesaro e carabinieri in borghese con auto ‘civetta’. Obiettivo? Si diceva, la lotta ai reati predatori con, in testa, i furti in abitazioni, nelle fabbriche e nelle attività commerciali in genere. Ma ovviamente anche il contrasto di uso di sostanze stupefacenti e abuso di alcol che ha portato, inevitabilmente, i carabinieri a effettuare numerosi controlli alla circolazione stradale. Che poi se nelle mire delle divise ci fosse anche qualcuno di preciso, magari qualche ‘volto’ o veicolo noto, beh questo ancora non è dato saperlo. Ma non si può certo escludere che in tasca i carabinieri avessero anche una black list, aspettando al varco qualche nome ben preciso.

“Nel corso del servizio la stazione di Porto Sant’Elpidio – il report fornito dal comando provinciale dell’Arma – ha tratto in arresto un giovane albanese, condannato alla pena di un anno, 8 mesi e 10 giorni per ricettazione, detenzione illegale di armi comuni da sparo e detenzione di armi clandestine, la Stazione di Fermo ha deferito in stato di libertà un ragazzo nigeriano per evasione dagli arresti domiciliari dalla sua dimora di Fermo;
A Porto Sant’Elpidio, i militari della locale stazione, insieme a quelli del Nucleo Radiomobile e all’unità cinofila, hanno deferito in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un diciottenne del luogo, sorpreso con alcuni involucri contenenti marijuana e due spinelli nei pressi della stazione ferroviaria. Nella circostanza, due giovani di 18 e 19 anni sono stati sorpresi con modiche quantità di marijuana e segnalati alla prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti;
Due minorenni, un ragazzo e una ragazza, frequentatori di un istituto di istruzione di secondo grado della provincia, nel corso di un servizio di controllo svolto con l’ausilio di unità cinofile presso gli istituti scolastici, sono stati segnalati alla prefettura dai militari del Nucleo Radiomobile e della stazione di Fermo per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, dopo essere stati sorpresi con modiche quantità di hashish e marijuana;
I carabinieri del Norm di Montegiorgio e della stazione di Montegranaro al termine di una perquisizione personale e domiciliare, hanno segnalato alla prefettura per detenzione finalizzata all’uso non terapeutico di sostanze stupefacenti un ragazzo di origine marocchina residente. Nell’abitazione i militari hanno recuperato un grammo di cocaina;
Un uomo di Porto Sant’Elpidio è stato deferito in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, dopo essere stato sorpreso, nel corso della nottata, a condurre lungo la costa la propria autovettura con un tasso alcolemico superiore a quello consentito, riscontrato a mezzo di un etilometro in dotazione.
Nel complesso, il servizio, che ha visto impegnati 34 carabinieri a bordo di 17 autovetture, ha permesso di identificare 193 persone, controllare 185 veicoli, elevare 15 contravvenzioni per infrazioni al codice della strada con il sequestro di due veicoli, il ritiro di una patente di guida. Sequestrati complessivamente 11 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, marijuana e cocaina”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X