fbpx
facebook twitter rss

Ferracuti replica alla maggioranza:
“Reazione spropositata e denigratoria,
perplessità legittime”

FERMO - "Abbiamo però avanzato perplessità legittime sul modus operandi dell’amministrazione e sulla portata di queste opere, in una zona che nei prossimi anni fra San Michele Terra e questo insediamento di Lido vedrà nascere 350 nuovi appartamenti. Questa cosa è giusto capirla"
Print Friendly, PDF & Email

“Rimaniamo sempre di stucco nel leggere la reazione spropositata e denigratoria di tutti i gruppi di maggioranza nei confronti del ‘piccolo e solito’ circolo del Pd di Lido di Fermo. Far passare il Partito Democratico come il bastian contrario per le forme di sviluppo della costa Nord è un giochetto maldestro e fuori luogo”. Inizia così la replica del segretario del circoli Pd della costa fermana Paolo Ferracuti alle forze della maggioranza fermana.

“Spesse volte questo stesso circolo ha sostenuto e plaudito le giuste opere che sono venute alla luce, così come ha sempre fatto critiche costruttive per la prospettiva del quartiere – spiega Ferracuti –  Meno positive sono sempre le risposte dell’amministrazione e della maggioranza che, ancora una volta, non accettano la minima critica ed il minimo dibattito; crediamo che alla lunga possa diventare un punto dolente per l’intera città. Tornando al punto in questione: non ci siamo espressi contro un’eventuale riqualifica ed opere compensative legate a parcheggi, zone verde e turistico, sia chiaro. Abbiamo però avanzato perplessità legittime sul modus operandi dell’amministrazione e sulla portata di queste opere, in una zona che nei prossimi anni fra San Michele Terra e questo insediamento di Lido vedrà nascere 350 nuovi appartamenti. Questa cosa è giusto capirla”.

Ferracuti sottolinea: “Oltretutto si andrà ad una partenza spezzettata del nuovo insediamento, le varie opere compensative verrano realizzate tutte? La rete fognaria è già parecchio sovraccarica e con tutte queste nuove edificazioni bisognerà stare molto attenti, anche per tutte le varie reti. Sono interrogativi e preoccupazioni che poniamo scevri di strumentalità ma consapevoli che accanto ad un annuncio di rivoluzione costiera esiste poi la realtà dei fatti. Crediamo che condividere prima di approvare il progetto di rinascita (come dice il Sindaco) di questo territorio sarebbe stato opportuno e giusto. Poi, come ha asserito l’Assessore Ciarrocchi in consiglio, noi siamo un piccolo circolo di una forza frustrata di minoranza e che poco contiamo, quindi siamo ben felici che lui abbia condiviso questa scelta progettuale per Lido con il prete e la maestra. E che gli sia bastato”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X