fbpx
facebook twitter rss

La Poderosa ritrovata:
vittoria scoppiettante col San Severo

SERIE A 2 - Il fortino è finalmente salvo e la luna nera se ne va. Un esito tanto sperato quanto meritato. La XL Extralight Montegranaro tira fuori le unghie giocando compatta dall’inizio alla fine, con un Bonacini che veste perfettamente i panni del leader e due bellissime scoperte: Berti e Marulli, quest’ultimo ‘oggetto’ di scambio col Trapani che ora ha l’ex capitano Palermo
Print Friendly, PDF & Email

di Silvia Remoli

PORTO SAN GIORGIO – Una prima domenica di Dicembre calda al Palasavelli, con una curva che incita continuamente i gialloblù, bisognosi di punti come l’aria (non aveva vinto mai in casa da inizio campionato), e con un settore ospiti gremito dal pubblico pugliese, giunto da San Severo per sostenere gli atleti del neo coach maceratese Damiano Cagnazzo (ex Jesi).

IL TABELLINO

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 98: Thompson IV 7, Miani 0, Angellotti 0, Mastellari 19, Conti  L. 0,, Bonacini 14, Marulli 8, Berti 5 , Thomas 25, Cucci 16, Serpilli 4. All. Franco Ciani

ALLIANZ PAZIENZA CESTISTICA SANSEVERO 73: Saccaggi 9, Mortellaro 6, Kennedy 9, Angelucci 0, Conti A. 0, Demps 18, Antelli 8, Di Donato 4, Maspero 9, Spanghero 10. All. Damiano Cagnazzo 

ARBITRI: Scrima, Raimondo, Pellicani

PARZIALI: 23-15, 25-15 , 25-20, 25-23

LA CRONACA

Ciani sceglie Thompson, Thomas, Serpilli, Mastellari e Bonacini, (proprio come l’altra in casa contro il Roseto) ai quali Cagnazzo contrappone Saccaggi, Kennedy, Demps, Maspero e Spanghero.

Alla tripla raggelante di Spenghero, risponde prontamente Serpilli con un tiro da due, ma Maspero aumenta il vantaggio degli ospiti nell’azione subito successiva, dando immediatamente ritmo ad un match decisivo per la XL Extralight, che ha sete di riscatto, dopo la serie di insuccessi consecutivi, che l’ha schiacciata al penultimo posto in classifica.

E’ il neo-capitano Bonacini a portare in vantaggio i gialloblù, e mentre Mastellari prende due ferri, Maspero insacca da tre. E’ Bonacini che di nuovo riporta in parità i suoi, dimostrando padronanza del testimone lasciatogli da Palermo. Thomas aggiusta il tiro di Serpilli e poi ne fa due puliti dei suoi facendo volare la Poderosa a più sei: 15-9 quando si è a metà del primo quarto. Un altro tiro da due dei veregrensi e il coach dei foggiani è costretto a chiedere il time out prima della rimessa a suo favore. Ed a quanto pare i suoi ragazzi recepiscono bene il monito, visto che si avvicinano a meno due, grazie anche all’entrata dell’esperto Mortellaro, che Cucci ha l’arduo compito di tenere a bada. Ciani fa riposare Thomas e infila dentro Conti, mentre da anche il suo ingresso tra gli applausi di incoraggiamento il nuovo acquisto Marulli al posto di Mastellari. Le new entry fa subito una bella impressione, andando a canestro e portando la XL Extralight al massimo vantaggio (più otto). Mancano venti secondi e fa il suo ingresso  finalmente  il centrale Berti, classe 1998, per Cucci, quando suona la sirena ed il tabellone mostra un primo parziale incoraggiante: 23-15.

Si riaprono le danze ed i gialloneri di Cagnazzo tentano subito il riavvicinamento. Mentre Cucci insacca da tre, il giovane (ed altissimo) Berti si conquista la fiducia della squadra in difesa. Thomas è bravo anche quando inciampa, e tra lui e Thompson si vola a più 11. Marulli ritorna in panchina accompagnato dal battere di mani del Palasavelli che ha apprezzato la sua immediata sintonia  trovata in squadra; Cucci oggi sembra mordere e difende il vantaggio ostacolando gli americani avversari ma facendo ‘comunella’ col suo collega statunitense Thomas, continuando con tenacia a mantenere il più quindici: 41-26. Berti è proprio una bella e fresca sorpresa, e Bonacini una gradita conferma: mette il sigillo al primo tempo, offrendo PalaSavelli lo spettacolo che si aspettava di vedere e chiudendo metà gara sul 48-30.

La pausa lunga, oltre ad aver messo in mostra il settore giovanile della Poderosa che si è stretta in campo per una suggestiva foto di gruppo,  sembra aver ulteriormente rafforzato gli atleti di Ciani: Mastellari va subito in tripla, e ci ritorna poco dopo portando i suoi al massimo vantaggio, una lunghezza di ben 21 punti: 61-40. I pugliesi provano in tutti i modi a penetrare la difesa dei casalinghi, ma procedono a passi lenti, aiutati più che altro dai ferri presi dai verergrensi e le sbavature da fiatone. La tripla di Thomas rasserena il Palasavelli: il terzo parziale si chiude 73-50.

Ultimi dieci minuti fondamentali per la Poderosa che deve chiudere con il lucchetto il match. Ma Demps rompe le uova nel paniere con una tripla. Marulli non ci sta e fa specchio riflesso: 76-53. Il nuovo arrivato da Trapani non fa rimpiangere Matteo Palermo e ci prende gusto con le triple, anche se San Severo non intende mollare la presa nonostante il punteggio ancora implacabile. Berti sembra più maturo della sua età, andando prima a canestro e poi difendendo il proprio dalle incursioni di Martellaro: si becca un fallo per questo concedendo due liberi. Ma Cucci in lunetta è più bravo, mentre Mastellari stasera si abbona alle triple e Thomas si diverte arrivando a quota 25 punti personali: 90-67. Bonacini esce tra gli applausi scroscianti: la sua Poderosa può star tranquilla e chiude una splendida domenica 98-74.

 

Fotogallery

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X