fbpx
facebook twitter rss

I pedoni chiedono sicurezza e l’amministrazione risponde: telecamere contro i pirati del ‘rosso’

FERMO - Nessuna via di scampo per i 'pirati del rosso' o per chi sfreccia ad alta velocità. Tutto sarà ripreso dalle telecamere
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

In un articolo inviato alla redazione di Cronache Fermane i residenti di Casabianca avevano chiesto all’amministrazione comunale di Fermo una maggiore sicurezza per i tanti pedoni che si recano quotidianamente a fare la spesa nel supermercato che si trova lungo la Statale Adriatica e nella altre attività ospitate dal complesso commerciale (leggi l’articolo).

Un appello per una maggiore sicurezza e per la tutela dei pedoni partito anche a seguito dello spegnimento del semaforo come conseguenza dalla situazione del traffico relativa ai sequestri dei viadotti in A14. I semafori lampeggianti avevano  reso la vita impossibile per i tanti residenti del quartiere costretti letteralmente a farsi il segno della croce prima di attraversare la strada. Un pericolo reso ancora più grande dal fatto che quel tratto di Statale è spesso caratterizzato da veri e propri pirati della strada che sfrecciano e  velocità elevate, molte volte senza neanche rispettare il semaforo rosso, soprattutto nel periodo invernale.

Da qui l’ulteriore impegno dell’amministrazione del sindaco Calcinaro che, oltre alla riattivazione dei semafori, ha provveduto all’installazione di telecamere mirate al controllo della velocità dei mezzi e al rispetto del semaforo. Nessuna via di scampo per i ‘pirati del rosso’ o per chi sfreccia ad alta velocità. Tutto sarà ripreso dalle telecamere. Un ulteriore garanzia in materia di sicurezza per il quartiere. Una risposta tempestiva ed esemplare, ad una legittima richiesta del quartiere.

 

Semafori spenti, la rabbia dei pedoni di Casabianca: “Abbiamo paura, attraversare è un incubo”

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X