facebook twitter rss

Inseguono l’Audi rubata, bandito
costretto alla fuga a piedi nei campi:
serrate indagini dei carabinieri

PORTO SANT'ELPIDIO - I carabinieri del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo di Fermo e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Fermo, dopo aver inseguito un'Audi rubata a Rimini, hanno recuperato la vettura. Il conducente è scappato abbandonando il veicolo
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Nella serata di ieri i carabinieri del Reparto operativo – Nucleo investigativo di Fermo e del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia di Fermo, nell’ambito di uno specifico servizio per la prevenzione dei reati svolto nei comuni costieri della provincia, hanno intercettato un’Audi Q2 rubata a Riccione nei giorni scorsi, durante il furto all’interno di una villa di un noto professionista.

L’auto, con a bordo il solo conducente, nel transitare lungo la ss16 in direzione nord, giunta a Porto Sant’Elpidio non è sfuggita all’occhio attento dei militari in servizio su una vettura ‘civetta’. I militari, alla vista della targa risultata da ricercare, si sono lanciati all’inseguimento del mezzo, subito supportati da altra “civetta” e da un’autoradio del Nucleo Radiomobile.

“Purtroppo, le avverse condizioni metereologiche con pioggia abbondante e il traffico intenso – spiegano dal reparto operativo del comando provinciale dell’Arma – hanno favorito la fuga del malfattore poiché i carabinieri, dopo averlo rincorso a velocità sostenuta per diversi chilometri, per salvaguardare la sicurezza delle persone, hanno preferito non eccedere smisuratamente nell’inseguimento. Infatti, il responsabile, giunto nei pressi del bivio per Cascinare, approfittando del modesto vantaggio guadagnato, ha abbandonato la vettura, dandosi alla fuga per i campi.

Il costoso mezzo, immatricolato di recente e fortunatamente intatto, è stato quindi recuperato dai militari dell’Arma e sottoposto a sequestro per gli accertamenti tecnici necessari. Sarà riconsegnato agli aventi diritto, lieti del rinvenimento, nei prossimi giorni”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X