fbpx
facebook twitter rss

“Sotto lo stesso cielo” con le note
della Maceratini: musica e solidarietà
della fondazione San Giacomo della Marca

FERMO - Il concerto si terrà alle ore 17,30, nell'auditorium Billé del Conservatorio. La giovane musicista, che proporrà musiche di Beethoven, Chopin, Satie e Rachmaninoff, ha un curriculum professionale infinito e uno sguardo attento a tutto ciò che la circonda
Print Friendly, PDF & Email


Ottavia Maria Maceratini è un personaggio molto noto nel mondo della musica. Conosciuta in tutta Europa come pianista di talento, sabato prossimo si esibirà a Fermo. Il concerto ‘Sotto lo stesso cielo’ si terrà alle ore 17,30, nell’auditorium Billé del Conservatorio. La giovane musicista, che proporrà musiche di Beethoven, Chopin, Satie e Rachmaninoff, ha un curriculum professionale infinito e uno sguardo attento a tutto ciò che la circonda.

Nativa delle Marche, si è perfezionata in Germania tenendo poi concerti in diverse parti d’Europa. Al suo attivo anche diverse incisioni musicali che hanno ottenuto recensioni entusiastiche su riviste e giornali di settore. Quest’anno è uscito il suo ultimo album dal titolo Wanderer Inside. Oltre alla musica, la Maceratini si dedica con grande passione alle arti marziali e alla filosofia che le sottende. L’iniziativa è stata presa dalla fondazione San Giacomo della Marca che metterà insieme musica e solidarietà avendo aderito e sostenendo la Campagna Tende 2019 dell’organizzazione onlus Avsi che ha come slogan ‘Giòcati con noi’.
“‘Non si è mai troppo lontani per incontrarsi. E mai troppo vecchi per desiderare novità’. È la certezza dalla quale scaturisce la Campagna di quest’anno. La Onlus, che lavora e opera in tanta parte del mondo – fanno sapere dall’organizzazione dell’evento – sosterrà sette progetti che intendono innescare un cambiamento nella vita delle persone più vulnerabili e portano novità: dal Libano all’Amazzonia, dalla Siria al Venezuela, dall’Italia al Mozambico.
Il concerto della Maceratini sarà preceduto da un video riguardante l’Avsi e dalla testimonianza di Samuele Otim Rizzo, nato il 16 febbraio 1978 a Kitgum (Uganda), figlio di medici volontari. Un cuore diviso a metà tra l’Italia e l’Uganda, avendo vissuto più di 30 dei 40 anni in Africa. Sposato con una dottoressa ugandese, padre di due figlie, tuttora vive e lavora in Uganda. Lo possiamo considerare un uomo di mondo, con la doppia cittadinanza (ugandese e italiana). Otim Rizzo si è diplomato alle superiori con l’International Baccalaureate (IB) alla United World College East Africa di Moshi (Tanzania), laureato in Scienze Politiche in Statale a Milano e ha conseguito un Master in Poverty Reduction and Development Management all’Università di Birmingham con l’intenzione di acquisire uno spirito critico e consapevole sulla cooperazione internazionale, ambito per cui ha lavorato da subito dopo la laurea.
La proposta di sabato prossimo ha visto insieme anche il comune di Fermo, che ha inserito l’appuntamento tra quelli natalizi, e il Cosvim-Finanza Integrata d’Impresa che proprio quest’anno festeggia i suoi primi 25 anni di attività. Il ricavato della serata sarà devoluto interamente all’Avsi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X