facebook twitter rss

TiEmne sconfitta
in casa da Il Ponte

SERIE D - Sul fondo dei fermani passa dunque il quintetto di Morrovalle. Per la dirigenza del Girfalco è una sconfitta che lascia spazio a riflessioni
Print Friendly, PDF & Email

Il tabellone segna punti al suono della sirena

FERMO – Sconfitta casalinga con molte perplessità, quella che la TiEmme ha subito contro la formazione de Il Ponte di Morrovalle.

Le perplessità riguardano non tanto la sconfitta in sé, che comunque era una delle eventualità in campo, né per il punteggio che quattro punti di differenza segnalano invece una partita combattuta fino agli ultimi secondi. Le perplessità riguardano le modalità con la quale si è raggiunto quel risultato, la tenuta atletica e psicologica della squadra che ha oscurato le grandi potenzialità che invece la squadra possiede, come ha dimostrato in campo nei primi dieci minuti.

IL TABELLINO

TIEMME BASKET FERMO 74: Poggi 8, Mezzabotta 6, Damico n.e., Pasqualini 3, Bastarelli n.e., Belleggia 16, Bernard 10, Verdecchia 13, Acquaroli (cap.) 12, Ballo, Durante 6. All.re Marilungo, vice all.re Valentini

IL PONTE MORROVALLE 78: Bruscantini 7, Riccioni 20, Cuccoli 7, Cingolani 13, Bongelli (cap.) 2, Mordini 5, Ferreyra, Marota 4, Carpineti, Panaro 20, Pagliaricci. All.re Pomante

ARBITRI: Pazzaglini di Pesaro e Gregori di Vallefoglia (PU)

PARZIALI: 31-14, 17-27, 13-23, 13-14

PROGRESSIVI: 31-14, 48-41, 61-64, 74-78

LA CRONACA

La partita, infatti, ha avuto un andamento bipolare. I primi dieci minuti perfetti per la TiEmme, aiutata anche da un pessimo inizio de Il Ponte. Lasciati spesso liberi di tirare, i cecchini della TiEmme realizzano sei triple, la metà di quelle che realizzeranno nel corso della gara. Non solo, ma è l’intensità del gioco che hanno prodotto in campo che è piaciuta a pubblico e tifosi, sempre lucidi nei passaggi, nell’organizzazione del gioco, nelle pressioni difensive. Il risultato del primo quarto è emblematico, 17 punti di vantaggio che lasciavano presagire non dico una partita in discesa ma dal risultato abbastanza scontato.

E invece no. Al ritorno in campo per i secondi dieci minuti la TiEmme sembrava un’altra squadra, probabilmente convinta di avere già la vittoria in pugno ha giocato con sufficienza e con meno aggressività, incidendo meno in attacco e lasciando spazi per le manovre offensive degli ospiti. E questo è valso anche nel terzo periodo, giocato in maniera identica al secondo. Ovviamente nessuno poteva immaginare che i ragazzi di coach Pomante continuassero a giocare coma hanno giocato nel primo quarto, una reazione era prevedibile e infatti è arrivata. Ma i 17 punti di vantaggio sembravano un bottino troppo grosso per essere sciupato in così poco tempo. Invece la TiEmme viene raggiunta nel secondo quarto e superata nel terzo.

Nell’ultimo periodo una reazione fermana c’è stata, a dire il vero. Si è giocato, almeno nel punteggio, alla pari. Ma è stata una reazione scomposta, poco gioco di squadra e molte iniziative individuali che a volte sono andate a segno ma altre volte no, lasciando anche facili contropiedi agli avversari. Il risultato finale, poi, regala due punti a Il Ponte e lascia la TiEmme nelle zone medio basse della classifica.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X