facebook twitter rss

‘Tanti auguri Leontina Offidani’,
la nonnina di Sant’Elpidio a Mare
compie 105 anni

SANT'ELPIDIO A MARE - L'anziana più longeva della città ricorda la sua giovinezza: "Ero tanto gelosa perché mio marito era un bell'uomo". La visita del sindaco Terrenzi e della Rai
Print Friendly, PDF & Email

Mettere tutte le candeline su una sola torta sarebbe quasi impossibile: 105, tanti sono gli anni compiuti da Leontina Offidani, la nonnina più longeva del territorio elpidiense. Nata il 9 dicembre del 1914, festeggia oggi 105 anni assieme ad una famiglia numerosa.
“Per l’occasione a stringersi attorno a Leontina (intervistata anche dalla tv, nello specifico da TgR – si sono ritrovati figli, nipoti, il parroco don Enzo ed il sindaco Alessio Terrenzi che le ha portato gli auguri suoi personali, dell’amministrazione comunale e dell’intera comunità elpidiense, orgogliosa di vantare una nonnina così longeva e così grintosa.

Eh sì, perché Leontina – spiegano dal comune con una nota stampa per celebrare la sua nonnina – oltre ad aver ricordato la sua numerosa famiglia, i piatti che cucinava quando si metteva ai fornelli, ha ricordato con nostalgia i suoi trascorsi di sarta, quando realizzava anche vestiti da sposa che le sue clienti sceglievano da una rivista e che erano orgogliose di indossare il giorno del sì. Clienti che arrivavano da diverse zone e che si affidavano a lei con fiducia. Un lavoro che ha lasciato, ha ricordato, quando si sono ammalati i genitori di suo marito per accudirli.
Con tanta emozione – aggiungono dal Comune – ha ricordato proprio suo marito, per il quale era tanto gelosa “…perché era un bell’uomo ed ero gelosa anche dell’aria che respirava!”.

Ora vive la gioia di essere la colonna portante di cinque generazioni, con l’arrivo di Ginevra, di soli cinque mesi, e di godere dell’affetto dei figli, e di tutte le generazioni che sono seguite.
Questo ragazzo lo conosco fin da quando era piccolino – ha detto rivolgendosi al sindaco Terrenzi che le porgeva un mazzo di fiori – fin da quando portava la posta. Te lo ricordi? Ti ricordi che quando sei diventato sindaco ci siamo abbracciati e abbiamo fatto festa insieme?”.
Una gioia per tutti ascoltare Leontina e leggere nel suo viso tutto il tempo che è passato davanti ai suoi occhi fino ad arrivare al calore della famiglia che oggi la coccola come fosse una bambina”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X