facebook twitter rss

Una nuova luce per la splendida Chiesa della Misercordia

MONTELEONE DI FERMO - "E' stato un sforzo finanziario notevole - spiega il sindaco -  ma l'intera amministrazione è tesa alla valorizzazione di tutti i beni artistici architettonici presenti nel territorio del Comune".
Print Friendly, PDF & Email

 

 

“A Monteleone di Fermo è stato portato a termine un nuovo Progetto illuminotecnico tutto dedicato alla nostra splendida Chiesa della Misercordia – Santuario cinquecentesco contro la peste”. Questo l’annuncio del sindaco Marco Fabiani orgoglioso di questo intervento che ha portato una nuova luce ad un gioiello del patrimonio storico, artistico e della fede del Fermano. Il progetto è iniziato alla fine del mese di dicembre 2018 ed è stato portato avanti in sinergia con lo staff tecnico della iGuzzini illuminazione S.p.A., nella persona dell’ing. Micozzi, ed il nostro ufficio tecnico geom. Principi, ing. Pirani ed ing. Amatucci. Dopo un periodo di studio e sopralluoghi si è arrivati alla soluzione definitiva ovvero una serie di faretti che circondano tutto il perimetro della Chiesa e due fari centrali che illuminano la facciata principale.

“E’ stato un sforzo finanziario notevole – spiega il sindaco –  ma l’intera amministrazione è tesa alla valorizzazione di tutti i beni artistici architettonici presenti nel territorio del comune.  E’ evidente che la bellezza della chiesa è tutta all’interno dove ci sono numerosi affreschi nonché una Giudizio Universale di Orfeo Presutti del 1548, oltre ad una statua lignea del 1536 raffigurante San Rocco. Autorizzata nel 1526 dalle autorità ecclesiastiche, realizzata dal Comune sui resti di una chiesa romanica, è stata consacrata il 27 maggio 1543. Le pareti esterne sono tutte decorate da lesene e archetti pensili intrecciati sorretti da beccatelli; la facciata è larga 7,20 m; la parete destra è lunga 13,20 m e vi si nota il basamento rustico, su cui è stata edificata la chiesa nel XVI secolo; i due absidi laterali e quello centrale hanno mantenuto la precedente muratura rozza di pietra; sopra c’è un campanile a vela con campana del 1640 circa. Questo è il secondo progetto di valorizzazione illuminotecnica di un bene architettonico, recentemente abbiamo di nuovo illuminato una splendida chiesa di campagna del 1633 dedicata alla Madonna di Loreto. Tutta l’amministrazione è orgogliosa di questo nuovo tassello nella valorizzazione del patrimonio artistico-architettonico monteleonese.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X