facebook twitter rss

Il minorenne al bar, il clandestino
nell’androne: scoperti dalla polizia
finiscono ai servizi sociali e a Malpensa

FERMO - Ancora controlli a Lido Tre Archi. Il ragazzino è stato così accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito e poi affidato ai Servizi Sociali del territorio. L'uomo, invece, imbarcato in un aereo direzione Egitto
Print Friendly, PDF & Email

La polizia a Lido Tre Archi

di redazione CF

Ancora controlli della polizia sulla costa fermana, ovviamente concentrati soprattutto su Lido Tre Archi. E anche questa volta gli agenti della questura portano a casa dei risultati. Oltre alle circa 40 persone identificate, infatti, i poliziotti hanno scovato un minorenne allontanatosi da una comunità, e un clandestino tunisino. Ma andiamo per ordine.

“Intensificati nel periodo festivo, proseguono i controlli di sicurezza della Questura di Fermo con la partecipazione di personale della squadra Mobile, della Polizia Scientifica, del reparto Prevenzione Crimine di Pescara e con la partecipazione dell’unità cinofila della Guardia di Finanza. Anche nel pomeriggio di ieri – spiegano proprio dalla questura di Fermo – sono stati effettuati posti di controllo a Lido Tre Archi, controlli che hanno portato alla verifica di circa 40 persone ed al controllo di 15 veicoli.
Nella stessa zona sono stati controllati due esercizi pubblici, all’interno di uno dei quali, tra i soggetti avventori identificati, è stato rintracciato un minorenne tunisino risultato destinatario di un decreto dell’autorità giudiziaria minorile di trattenimento in una comunità per minorenni.
Il giovanissimo è stato così accompagnato in questura per gli accertamenti di rito e poi affidato ai servizi sociali del territorio”. Ma non è tutto.
“Un monitoraggio degli alloggi abbandonati, già oggetto di precedenti operazioni della Polizia – continuano dalla questura – ha portato a sorprendere, nelle vicinanze dell’androne di uno stabile, un egiziano, clandestino sul territorio nazionale.
L’uomo è stato affidato all’Ufficio Immigrazione della questura che, dopo le verifiche di competenza, si è subito attivato per l’emanazione dei provvedimenti necessari per il suo rimpatrio.
Lo straniero è così stato accompagnato dal personale dell’Ufficio Immigrazione all’aeroporto di Milano Malpensa dove è stato imbarcato sul volo diretto al paese di origine”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X