facebook twitter rss

Polo innovazione sociale e spazio Betti, firmata la convenzione con il dipartimento funzione pubblica

FERMO - Per riqualificare i locali della ex scuola media come polo di animazione culturale e di inclusione sociale
Print Friendly, PDF & Email

Nuovo passo sul Polo Innovazione Sociale San Francesco/Spazio Betti. Questa mattina il Sindaco Paolo Calcinaro ha firmato digitalmente con il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri la convenzione relativa al progetto di riqualificazione dell’edificio dell’ex-scuola media (circa 2.500 mq) interessato dal sisma del 2016 e della sua ri-funzionalizzazione come polo di animazione culturale e di inclusione sociale.

Ai primi di questo mese, come si ricorderà, la Giunta Comunale (il Comune è ente capofila) aveva approvato lo schema di accordo di partenariato con gli enti che collaborano al progetto, ovvero i partner: Cooperativa Sociale Nuova Ricerca Agenzia Res (soggetto attuatore), Avanzi srl e Wega impresa sociale.

Come noto l’Amministrazione Comunale di Fermo ha aderito e partecipato all’avviso pubblico, in attuazione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2018, sulla presentazione di progetti sperimentali di innovazione sociale finalizzati a migliorare le politiche pubbliche inerenti l’animazione culturale, l’inclusione sociale, l’inserimento lavorativo, la lotta alla dispersione scolastica.

Il progetto del Comune di Fermo è risultato fra i primi ad essere finanziato per un importo di 148.500 euro per la fase 1 – studio di fattibilità e progettazione esecutiva della fase II e figura accanto a quelli di metropoli come Torino e Padova (escluse ad esempio Milano, Genova, Bari e Bologna).

Nei prossimi dodici mesi, successivi alla firma di questa convenzione, dovranno essere presentati gli studi di fattibilità e i progetti esecutivi degli interventi previsti per poter essere valutati ed accedere ai 450.000 euro della fase successiva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X