facebook twitter rss

Rendiconto 2019, Febi tira le somme:
“Dai recuperi dell’evasione tributi
al baratto amministrativo, gestione oculata”

FERMO - L'assessore al bilancio tira le somme della gestione economico-finanziaria nel corso dell'anno appena conclusosi: "L'attività di recupero ha portato ad un incassato di 1.280.000"
Print Friendly, PDF & Email

Savino Febi

A due giorni dall’inizio del nuovo anno, per l’assessore al bilancio del comune di Fermo, Savino Febi, è tempo di tirare le somme sulla gestione economico-finanziaria comunale del 2019.
“Per quanto riguarda le entrate, oltre agli ottimi risultati raggiunti nei recuperi per evasione Imu, anche le altre entrate presentano maggiori incassi rispetto a quanto previsto ed accertato. Qualche esempio? Tasi 21.000 in più, Imposta di soggiorno 1.926 euro in più con un risultato finale di 51.926 euro, diritti di segreteria 9.541,00 euro in più. Recuperi evasione Ici Imu 16.897 euro in più rispetto all’assestato che è di 1.286.692, servizi cimiteriali 8.540 in più, proventi asilo nido 10.000 euro in più.
Sono tutti importi che, unitamente al fondo di riserva non utilizzato pari a 63.500 euro generano avanzo di gestione dell’esercizio 2019.
La gestione di questo esercizio finanziario è stata quindi quanto mai attenta ed oculata dato che anche sul fronte delle spese, in sede di rendiconto emergeranno le naturali economie anche se va evidenziato che i vari settori hanno manifestato grande efficienza nell’impegnare i budget loro assegnati.
Per i pagamenti va puntualizzato che sono stati emessi i mandati per le liquidazioni di fatture effettuate dagli uffici entro il 10 dicembre. Va segnalato che grazie alla presenza di un buon fondo di cassa durante l’esercizio i tempi medi per i pagamenti delle fatture sono stati i seguenti: primo trimestre +12,51 2 trimestre +3,07, 3 trimestre + 9,39, 4 trimestre – 1,02 con una media annuale di +5,45
Il Comune di Fermo non ha mai attinto ad anticipazioni di cassa nell’esercizio 2019 e si può tranquillamente affermare che questo è un indice di buona tenuta generale dei conti, considerato tra l’altro che le norme attuali prevedono che in caso di finanziamenti da terzi di opere pubbliche occorre pagare e chiedere a rendiconto il rimborso. I tempi per i rimborsi finora, sia da parte della Regione che dello Stato, si sono rivelati molto lunghi e si è in attesa di rimborso di cifre che sono state rendicontate da mesi
Nell’esercizio 2019 è stato anche risolto un contenzioso che si protraeva da anni. Malgrado tutto ciò si prevede di concludere l’esercizio con un fondo di cassa con liquidità disponibili che si aggirano sui sei milioni e mezzo, ad attestare la solidità dell’ente comunale. Diversamente dagli esercizi precedenti non possono essere forniti i dati finali del fondo di cassa in quanto le carte contabili per i mutui della Cassa Depositi e Prestiti e per le entrate derivanti dagli F24 vengono regolarizzate entro il 31 dicembre e per le entrate derivanti dagli F24 vengono regolarizzate entro il 31 dicembre”.

Si passa poi a parlare di tributi: “L’attività del 2019 – spiega Febi – si è concentrata, per l’imposta comunale sugli immobili sul lavoro di controllo finalizzato alla emissione degli avvisi di accertamento Imu e Tasi per gli anni d’imposta 2014-15 (3.800 avvisi per Imu per un accertato di 2.100.000 e 2800 avvisi Tasi per un accertato di 354.000).
Questa attività di recupero ha portato ad un incassato di 1.280.000.
Per le somme ancora non incassate, l’ufficio tributi sta attuando procedure di rettifica dell’accertamento e di rateizzazione da portare a compimento con un rapporto diretto e collaborativo con il contribuente.
Finita la fase collaborativa tra ente comune e contribuente si passerà alla fase coattiva: per posizioni superiori a 2.000 euro saranno affidate all’ufficio legale interno,
per le posizioni inferiori a 2.000 euro saranno affidate all’Ica, quale soggetto convenzionato esterno.

Nell’ambito dell’attività di controllo Imu è ricompresa quella relativa alla verifica degli impianti fotovoltaici con la collaborazione di una ditta esterna, più precisamente si è provveduto al controllo del regolare accatastamento degli impianti fotovoltaici presenti sul territorio comunale di potenza superiore a 2 Kw. In particolare è stata confrontata la data dell’accatastamento con quella della messa in esercizio come risultante dai dati del Gse al fine di accertare il ritardato accatastamento.
Per quanto riguarda la Tari 2019, oltre alla predisposizione delle tariffe e l’elaborazione degli avvisi per l’invio ai contribuenti in tempo utile per la scadenza di giugno, sono state inoltre inviate 800 richieste di iscrizione per le utenze domestiche (dati risultanti dall’incrocio tra l’anagrafe della popolazione e gli iscritti Tari) e 200 non domestiche (risultanti dall’incrocio Tari – Camera di Commercio). La Tari segna nel Comune di Fermo un livello di adempimento spontaneo complessivamente elevato: in termini di valore il 90% del dovuto viene versato spontaneamente dai contribuenti in virtù del rapporto diretto e collaborativo tra ente comune e contribuente. Tutto ciò favorito da tariffe non particolarmente pesanti e da attività di sollecito e controllo.
Notevole successo hanno avuto anche le iniziative tese ad abbattere il carico Tari per gli utenti con basso Isee (ammesse al beneficio consistente nell’abbattimento di una rata, 251 domande) ed anche quella che ha concesso un contributo per le famiglie con un figlio studente universitario ‘fuori sede’ (236 ammessi al beneficio).
Il Comune di Fermo si è segnalato come uno tra i pochi che a livello nazionale hanno deliberato il regolamento sul baratto amministrativo: la possibilità di pagare i tributi non in denaro ma con prestazioni di lavoro in qualche misura utili per la collettività.
Buon riscontro anche per l’informatizzazione dei servizi: ormai da diversi anni – conclude il delegato al bilancio – è possibile da casa controllare la propria posizione fiscale e stampare il modello F24 per il pagamento dell’Imu: ovviamente l’aggiornamento non è in tempo reale ma per molti contribuenti, soprattutto per chi risiede fuori Fermo o addirittura all’estero, si tratta di uno strumento di estremo interesse”.
La relazione dell’assessore al bilancio si conclude con il capitolo ‘Servizio Informatico 2019’: “Nel corso del 2019 il Servizio Informatico ha svolto attività di supporto agli uffici
garantendo continuità operative a tutti i settori dell’ente.
Pur non avendo effettuato interventi di rilievo sull’infrastruttura si è comunque consolidato il sistema di storage e backup a tutela del patrimonio informatico dell’ente.
Nel corso dell’intero anno sono state limitate ad otto le ore di ‘fermo macchina’, raggiungendo quindi livelli di continuità operativa prossimi al 100%.
Le attività di supporto a progetti specifici, nonostante l’esigua forza lavoro disponibile, sono state garantite.
In particolar modo è stato dedicato supporto specialistico alla delicata transazione dei dati riguardanti le pratiche edilizie che, nel corso del 2019, sono passate dalla gestione ‘separata’, con un software specifico ma non integrato al resto delle procedure dell’ente, alla suite Halley.
Con questa operazione si è garantita una migliore gestione delle pratiche minimizzando i processi di acquisizione ed una completa integrazione con le altre procedure della suite Halley, in particolar modo il protocollo informatico e la contabilizzazione degli oneri.
Medesimo livello di attenzione è stato posto al supporto richiesto dal settore Cultura per il progetto ‘Wifi Spiagge’, promosso dalla Regione Marche, che ha portato un’adeguata copertura wifi a Lido di Fermo.
La piattaforma per la modulistica online, fornita dalla ditta Elixform, al fine di informatizzare i procedimenti, in sintonia con quanto previsto dall’Agenda Digitale per l’Italia, attivata con determinazione dirigenziale 44 dell’11 settembre 2017, conta fino al 31 dicembre 2019 di 25 moduli on line; tra i quali in particolare è da segnalare 250 pratiche di accesso agli atti del settore urbanistica e 50 domande di contributo per le famiglie con un figlio studente universitario fuori sede”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X