facebook twitter rss

Autostrada: chiuso stanotte
da sud il casello di Pedaso

VIABILITA’ - Il controesodo natalizio, iniziato giovedì, sta già facendo registrare diversi chilometri di coda nel tratto piceno e fermano dell’autostrada, interessato dai restringimenti di carreggiata. Nel frattempo sono iniziati i lavori sulle barriere di sicurezza dissequestrate dalla Procura di Avellino
Print Friendly, PDF & Email

Rimarrà chiusa dalle 22 di stanotte alle 6 di domattina  l’uscita di Pedaso dell’autostrada A14 per chi proviene da sud, a causa di lavori di manutenzione alle barriere antirumore. Lo rende noto “Autostrade per l’Italia”, precisando che la scelta è ricaduta sull’orario notturno in quanto a ridotta circolazione di veicoli. L’alternativa, per chi si trovasse a transitare sulla A14 proprio in quel lasso di tempo, è l’uscita al casello di Grottammare.

Nel frattempo l’arteria, interessata dai restringimenti di carreggiata per i viadotti da adeguare, come voluto dalla Procura di Avellino che li ha dissequestrati il 20 dicembre scorso, si prepara ad un altro weekend di grande traffico, dopo quello che ha caratterizzato l’esodo natalizio.

E’ già iniziato il controesodo, che vedrà migliaia di automobilisti diretti a nord, cioè verso casa, dopo aver trascorso Natale e Capodanno al Centro e al Sud. Nel pomeriggio di ieri c’erano fino a 5 chilometri di coda. Oggi intorno alle 16 se ne contavano 4 tra le uscite Val Vibrata e San Benedetto, 3 tra Grottammare e Pedaso. A seguito del caos che si è generato nel fine settimana tra il 20 e 22 dicembre, però, pare che qualcosa si sia mosso a favore dei cittadini del Piceno e del Fermano, sostenuti dai sindaci.

“Autostrade per l’Italia” ha chiesto, e ottenuto, un incontro urgente al Ministero dei Trasporti nel quale sono state valutate modifiche alla cantierizzazione, volte a limitare i disagi durante i lavori sulle barriere di sicurezza. Nel corso dell’incontro la Società ha anche aperto la porta alla riduzione dei pedaggi, almeno per i pendolari, nei tratti che saranno maggiormente  interessati dai lavori.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X