facebook twitter rss

Trasporto pubblico, Ciaffaroni alla carica:
“Ancora tutto fermo, Sciapichetti
prenda provvedimenti”

MONTEFORTINO - Il primo cittadino: "E' ora di occuparsi realmente dei problemi dei cittadini, non delle poltrone del Pd fermano. Spero ed auspico che tutte le corse della Trasfer che arrivano ad Amandola facciano, in tempo brevissimo, capolinea a Montefortino"
Print Friendly, PDF & Email

Domenico Ciaffaroni

“Nei primi giorni di novembre dello scorso anno l’assessore regionale ai Trasporti, Angelo Sciapichetti, dopo essersi reso conto che Montefortino, il Comune più gravemente colpito dal sisma della provincia di Fermo, a livello di trasporti non aveva nessun tipo di collegamento con la città capoluogo di provincia e risultava quasi impossibile effettuare collegamenti anche con i Comuni limitrofi. In quella riunione erano presenti sia la Trasfer che la Start, ma nessuna proposta concreta uscì da essa. Due giorni dopo ho inviato una missiva al presidente della Regione Marche, al presidente della Provincia, alle società Trasfer e Start, all’assessore regionale competente, nonché al Ministro dei Trasporti, nella quale chiedevo di voler integrare il collegamento Fermo-Amandola di pochi chilometri, prevedendo come capolinea, per tutte le corse giornaliere previste, il comune di Montefortino. Un nuovo anno è arrivato, i disagi dei trasporti a Montefortino sono esattamente quelli del vecchio anno, nessuno si è degnato di rispondere alla lettera inviata. Tace la Regione Marche, tace la Provincia di Fermo che ha la maggioranza assoluta delle quote della Steat e della controllata Trasfer; tace il Ministro e si può anche capire viste le grandi problematiche nazionali; tace il presidente della Trasfer, segretario provinciale del Partito Democratico”. E’ la rimostranza del sindaco di Montefortino, Domenico Ciaffaroni, in una nota stampa diffusa questa mattina. Un comunicato ma, allo stesso tempo, una missiva all’assessore Sciapichetti, al presidente della Regione, Ceriscioli, alla presidente della Provincia, Canigola, al presidente della Trasfer, Alessandini, a quello della Start Cappelli e al ministro dei trasporti, De Micheli.

“Da sindaco – aggiunge il primo cittadino nella sua missiva-comunicato – mi chiedo il perché la presidente della Provincia, azionista di maggioranza della Steat, di cui ha nominato sia il presidente che il Consiglio di Amministrazione, permetta tutto ciò, anzi, ha permesso anche altro e di enorme gravità, quanto occorso con l’ex stazione Santa Lucia.
L’assessore Sciapichetti prenda immediati provvedimenti, faccia sì che l’intero territorio fermano, quindi anche il comune di Montefortino, ritrovi la sua dignità dal punto di vista dei trasporti, oppure, revochi immediatamente le concessioni alla Steat.
Se vogliamo far ripartire questo paese, se vogliamo che la politica torni alla p maiuscola è ora di occuparsi realmente dei problemi dei cittadini, non delle poltrone del Pd fermano. Spero ed auspico che tutte le corse della Trasfer che arrivano ad Amandola facciano, in tempo brevissimo, capolinea a Montefortino”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X