facebook twitter rss

Trasporto pubblico locale per Montefortino, Marcozzi: “Il Pd non vuole ascoltare l’entroterra”

MONTEFORTINO - La Capogruppo regionale FI, Jessica Marcozzi, presenta un'interrogazione consiliare: "Il sindaco Ciaffaroni è stato costretto in queste ore a spronare nuovamente l'Amministrazione regionale e l'assessore Sciapichetti, la Provincia di Fermo, la Trasfer, la Steat e anche il ministro ai Trasporti. Ma ancora nessuna risposta"
Print Friendly, PDF & Email

 

“Il Partito Democratico, ovvero non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire o, ancor più grave, di chi snobba totalmente il nostro territorio, a partire dall’entroterra”. Così il consigliere regionale e capogruppo di Forza Italia Jessica Marcozzi annuncia un’interrogazione consiliare sulla situazione di isolamento dai servizi di trasporto pubblico segnalata dal sindaco di Montefortino Domenico Ciaffaroni.

“Nell’agosto scorso, raccogliendo il grido d’allarme del sindaco di Montefortino, Domenico Ciaffaroni, ho spronato l’Amministrazione regionale a rimediare al torto che il Comune montano maggiormente colpito dal sisma ha dovuto subire essendo stato tagliato fuori dal trasporto pubblico locale che collega la montagna alla costa – scrive la Marcozzi – Ebbene sono passati cinque mesi e nulla è cambiato. Il sindaco Ciaffaroni è stato costretto in queste ore a spronare nuovamente l’Amministrazione regionale e l’assessore Sciapichetti, la Provincia di Fermo, la Trasfer, la Steat e anche il ministro ai Trasporti. Ma ancora nessuna risposta. Ed è quello che io esigo con un’interrogazione consiliare. Cosa ha intenzione di fare l’Amministrazione regionale per sanare questo sfregio al nostro entroterra? Eppure il Pd se la canta e se la suona: ha in mano la Regione, la Provincia e persino la Trasfer dal momento che il suo presidente è segretario provinciale e vicesegretario regionale Pd. Lo dicano chiaramente che la loro è una politica di figli e figliastri, che non hanno alcun interesse a sostenere l’entroterra fermano la cui rinascita non può prescindere da nuove infrastrutture e collegamenti con la costa, appunto. Ai cittadini, alle comunità montane, al tessuto produttivo ed economico, invece, chiedo solo di pazientare qualche mese. I marchigiani, i fermani, con le regionali, potranno col loro voto contribuire a ridonare al nostro territorio la dignità che merita”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X