facebook twitter rss

Bando Iti urbani
per la piattaforma di ricerca, Calcinaro:
“Operazione senza precedenti”

FERMO - Pubblicato sul portale Sigef della Regione Marche l’avviso pubblico rivolto alle aggregazioni di piccole e medie imprese
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Calcinaro

“Un Comune che investe e che mette a disposizione finanziamenti per oltre 2 milioni 250 mila euro in favore di imprese, quindi di una nuova occupazione cittadina: credo che si tratti di un’operazione senza precedenti e da molto tempo auspicata da amministratori e imprese di questo territorio. È inoltre il primo strumento concreto che viene attivato nel solco dell’avvenuto riconoscimento dell’area di crisi complessa del Fermano-Maceratese”. E’ quanto dichiara il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro nell’annunciare l’attivazione di un laboratorio per l’innovazione tecnologica: “Aperto ad imprese, professionisti, ricercatori – aggiunge il primo cittadino – che consente alla città di Fermo di aumentare considerevolmente l’attrattività del Fermano in termini di investimenti dal resto del territorio regionale e nazionale e di dare uno stimolo al tessuto imprenditoriale locale, con una significativa ricaduta sull’occupazione e sulla qualificazione delle competenze. Inoltre, permetterà di valorizzare un’altra importante opera in fase di realizzazione sempre con gli stessi fondi degli Iti urbani: quella dell’ex mercato coperto che, una volta terminati i lavori di ‘rifunzionalizzazione’, diventerà la sede del laboratorio stesso”.

E’ quanto dichiarato, appunto, dal sindaco di Fermo in seguito alla pubblicazione il 2 gennaio 2020 sul portale Sigef della Regione Marche dell’avviso pubblico rivolto alle aggregazioni di Pmi per lo sviluppo della Piattaforma di Ricerca Integrata e Collaborativa (Pric) a valere sul Por Marche Fesr 2014/2020 – asse 1 – os 2 – intervento 2.1.1 nell’ambito degli Iti urbani gestiti dal Comune di Fermo.

“Con questo bando il Comune – si legge nella nota – intende sostenere la realizzazione di attività di ricerca collaborativa, per la crescita economica e la competitività del territorio Fermano e del Sistema Marche facilitando l’incontro tra domanda e offerta di innovazione, intensificando il trasferimento dei risultati della ricerca scientifica nei processi produttivi, anche attraverso l’incremento delle competenze e delle conoscenze del capitale umano.

Possono partecipare le aggregazioni composte da almeno 10 Pmi del territorio e 1 ente di ricerca (Università o Centri di Ricerca) che presenteranno un progetto d’investimento consistente nell’attivazione e gestione di un laboratorio di ricerca avente sede a Fermo in locali messi a disposizione dall’amministrazione comunale e nella realizzazione di un progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in due settori chiave: quello dei sistemi avanzati di product design e quello delle piattaforme digitali innovative per la qualificazione delle relazioni ‘prodotto – mercato’. La dotazione finanziaria del bando appena pubblicato ammonta a 1.750.000 euro e potrà essere utilizzato sia per l’allestimento del laboratorio che per l’acquisto di licenze, know-how, per pagare il personale dipendente delle imprese e per altre spese connesse al progetto di ricerca.

Ulteriori risorse pari a 250.000 euro a valere sul Por Marche Fse 2014-2020 consentiranno a questa operazione di avere anche un importante impatto dal punto di vista occupazionale, in quanto serviranno a finanziare l’attivazione di 25 borse di ricerca rivolte a giovani laureati del territorio che affiancheranno le imprese nell’attuazione del progetto di ricerca. Ulteriori 250.000 euro saranno messe a disposizione successivamente per un secondo bando rivolto imprese più piccole alle quali sarà data l’opportunità di sperimentare le innovazioni messe a punto all’interno della Pric”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X