facebook twitter rss

C’è l’ok dell’Anas: la realizzazione
della rotatoria sulla ss16
è stata ammessa a finanziamento

FERMO - Passo avanti per la costruzione della rotatoria lungo l'Adriatica, tra Marina Palmense e Torre di Palme
Print Friendly, PDF & Email

“Nuovo passo in avanti sulla realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra la Strada Statale Adriatica 16, la Sp 84 Torre di Palme e la comunale di via dei Palmensi.

Come anticipato nella conferenza stampa di fine anno, l’Anas ha ammesso a finanziamento i lavori dell’opera attesa da tempo che è stata anche oggetto di un incontro proprio pochi mesi fa ad Ancona fra l’Anas, il Comune di Fermo e la Provincia, che si occuperà della progettazione, nel corso della quale era stata rappresentata dagli enti locali la necessità di poterla realizzare all’altezza dell’incrocio in questione, visto il traffico veicolare che si registra in quel punto e agevolare dunque una viabilità più scorrevole per l’intero territorio e anche più agevole per il flusso turistico che raggiunge le due località. Prossimo passo sarà la firma della convenzione fra gli Enti”. E’ quanto annunciano oggi dal Comune di Fermo.

“Un altro intervento veramente atteso da decenni che si va a concretizzare con un finanziamento che arriva da Anas, quindi senza il peso per la nostra comunità – ha dichiarato il sindaco Paolo Calcinaro – che fa seguito a quanto già accaduto per la rotonda di Molini, per cui la consegna dei lavori ci sarà nei prossimi giorni, e quanto comunque già finanziato dalla Regione per la rotonda di San Marco alle Paludi, sperando in questo caso in una priorità fra le varie opere di adduzione previste dal finanziamento regionale per poter contare in quest’opera ben prima della scadenza massima del 2023, tutto il sistema di viabilità di afferimento al nuovo ospedale”.

“E’ stata un grande bella notizia quella dell’ammissione a finanziamento dei lavori di questa rotatoria tanto attesa dai rispettivi quartieri e dal territorio. Un risultato a dir poco storico, ottenuto con tanto impegno pur di sbloccare lo stallo che c’è stato fino a questo momento. Un grazie all’Anas, che già nei primi incontri interlocutori aveva da subito compreso la necessità di quest’opera e che, con grande attenzione, aveva ascoltato le esigenze del territorio e visionato con il dott. d’Angelo, di cui è stato fondamentale il contributo, la pericolosità dell’incrocio, di cui come Amministrazione ci siamo fatti portavoce – ha detto l’assessore alla viabilità Mauro Torresi – un grazie alla Provincia di Fermo che curerà la progettazione, al consigliere comunale Cristian Falzolgher per aver portato avanti anch’egli questa istanza e al gruppo Non Mi Fermo per la raccolta firme che ha effettuato all’inizio dell’iter. Un intervento assolutamente importante che ridarà un nuovo volto a questa parte della città, insieme al ponte ciclopedonale ed ai tanti interventi che si stanno portando avanti, dalle scogliere alla strada parallela alla ferrovia”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X