facebook twitter rss

Fermana-Vicenza, l’
analisi dalla sala stampa

SERIE C - Mister Mauro Antonioli e l'attaccante Massimo D'Angelo commentano il pareggio maturato al cospetto della prima della lista. "Prestazione del tutto positiva, un bravo a tutti i ragazzi. Procediamo per come stiamo facendo, tireremo le somme più avanti" gli umori del tecnico gialloblù. "Se la mia occasione andava dentro correvo fino al Duomo" le parole del talentuoso canarino
Print Friendly, PDF & Email

Mauro Antonioli nel dopo gara contro il Vicenza

di Paolo Gaudenzi

 

FERMO – “Grande prestazione dei ragazzi, quasi perfetta. Per renderla tale è mancato solo il gol”.

Apre con queste parole la conferenza stampa post Vicenza il tecnico canarino Mauro Antonioli, raggiante per il pari a reti inviolate maturato al cospetto della capolista, che prosegue.

Tutto merito dei ragazzi che sono stati concentratissimi e hanno creato tanto, vedi il pallonetto di D’Angelo, il triangolo con rabona ed altre circostanze, siamo stati davvero bravi”.

“Stiamo migliorando, abbiamo messo in difficoltà la capolista penalizzata dal nostro fondo di gioco che, ovviamente, grava negativamente anche su di noi dal punto di vista della costruzione. Mane e Urbinati hanno fatto girare bene la squadra, giocando a due tocchi e in sicurezza. Ce la siamo giocata, la prestazione c’è stata e, va ricordato, contro la prima in classifica”, ha proseguito Antonioli.

“Non ci siamo mai distratti, se non nel caso di un’uscita bassa da parte di Ginestra, limitando per come abbiamo provato in settimana, riuscendoci oggi, un collettivo forte e farcito di tanti singoli. Ginestra? La sua esperienza ci sta aiutando, ma non dimentichiamo il valore di Gemello, ragazzo valido e di prospettiva – il congedo del mister gialloblù -. Proseguiamo per come stiamo facendo, tireremo le somme più avanti, consapevoli dei risultati di giornata che aprono ad un girone di ritorno tosto, ritoccato verso l’alto dai primi movimenti di mercato a dare tangibili frutti, nella panoramica di torneo, a chi ha già operato”.

 

L’attaccante Massimo D’Angelo

Se la mia occasione finiva dentro penso che arrivavo al Duomo correndo” l’approccio analitico di Massimo D’Angelo riferito ad una fase della partita in cui è reso protagonista.

“Ho la pecca di andare a tratti, in questa categoria ci può stare, ma se posso mi piace spesso provare la giocata“.

“Penso che la prestazione sia stata identica allo scorso anno proprio contro lo stesso Vicenza, risultato e reti a parte, dove non abbiamo subito nulla maturando un punto del tutto legittimo. Tutti hanno ben figurato, senza demeritare – ha continuato il talentuoso canarino -. Sarà un gennaio particolare per noi, con tante partite contro avversari di qualità in rapida sequenza. Il tutto con il mercato aperto, che rende l’atmosfera un po’più particolare. Siamo ripartiti, nel 2020, con il piglio ritrovato in coda al 2019, vale a dire con il carattere che da un triennio a questa parte ha tipicizzato la Fermana. Per quello che mi riguarda sto bene, personalmente sono stato penalizzato dagli infortuni ma ora sto ritrovando la giusta continuità”.

 

Articolo correlato: 

Una super Fermana blocca la capolista e può anche recriminare


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X