facebook twitter rss

Sisma, Marcozzi: “Forza Italia
in prima linea con i suoi parlamentari,
interrogazioni sulle macerie”

SISMA- Il capogruppo Fi Marcozzi: "Una dimenticanza, una leggerezza che, oltre a provocare la paralisi, è la prova provata di come il Governo, nel silenzio più assoluto della Regione, tratti la ricostruzione post-sisma"
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere regionale Fi, Jessica Marcozzi

“Forza Italia ancora e sempre dalla parte dei cittadini costretti a subire sulla propria pelle l’incompetenza politica  e il totale disinteresse di Governo e Regione. Grazie all’interessamento e all’intervento del commissario regionale FI Battistoni, e al lavoro dei nostri Parlamentari proveremo a rimediare all’ennesimo errore di chi governa il paese” Sono queste le prime dichiarazioni del capogruppo regionale Fi Jessica Marcozzi in merito alla questione sollevata proprio da Fi, ovvero le disposizioni sul rinnovo della concessione per la gestione dei siti di stoccaggio temporaneo atti a trattare le macerie.

“I nostri parlamentari Battistoni, Cangini e Baldelli sono firmatari di interrogazioni al ministro per comprendere i motivi alla base dell’inspiegabile decisione, o forse ingiustificabile dimenticanza, di non inserire, nel decreto sulle disposizioni urgenti per l’accelerazione e il completamento delle ricostruzioni nei territori colpiti dal sisma, disposizioni sul rinnovo della concessione per la gestione dei siti di stoccaggio temporaneo atti a trattare le macerie. Una dimenticanza, una leggerezza che, oltre a provocare la paralisi, è la prova provata di come il Governo, nel silenzio più assoluto della Regione, tratti la ricostruzione post-sisma: incompetenza politica che non può trovare giustificazione. Forza Italia è presente e dalla parte di chi a distanza di anni ancora, oltre al danno immane del sisma, deve subire anche la beffa di un centrosinistra inadeguato a governare e, come in questo caso, politicamente imbarazzante”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X