fbpx
facebook twitter rss

Usb Marche al prossimo governo
regionale: “Nel Fermano la crisi
vera sta arrivando solo adesso”

LAVORO- "Occorre da subito un nuova politica di sviluppo produttivo e industriale di lungo periodo – spiega Quaglietti – e non provvedimenti provvisori che non risolvono la situazione disarmante attuale"
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Quaglietti

 

“Il prossimo Governo regionale, di qualunque colore politico, deve mettere al primo posto la lotta alla disoccupazione e alla povertà dilagante, in particolare nel Fermano e nell’Ascolano”. Lo afferma il coordinatore marchigiano dell’USB, Andrea Quaglietti.

“Nel Fermano la crisi vera sta arrivando solo adesso, e molti dovranno prepararsi ad effetti molto pesanti. Nell’Ascolano invece – sostiene Quaglietti – il declino industriale è iniziato ormai da oltre 10 anni, e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti : decine di migliaia di senza lavoro, per lo più espulsi dalle fabbriche chiuse e delle aziende di servizi e del commercio senza ricavi, e una diminuzione del reddito che non farà che deprimere ancora i consumi locali”.

Per l’USB il Governo regionale che verrà, dopo le elezioni di primavera, dovrà impegnarsi prioritariamente in questa direzione ma “senza fare promesse o annunci ai quali non segue nulla o quasi. Occorre da subito un nuova politica di sviluppo produttivo e industriale di lungo periodo – spiega Quaglietti – e non provvedimenti provvisori che non risolvono la situazione disarmante attuale. Solo in questo modo si potrà arginare la crisi sociale che è in atto da anni, ad Ascoli, nel Piceno e sempre di più anche nel Fermano.” L’USB si impegna presso i suoi uffici di Ascoli e Fermo, ad assistere tutti i disoccupati e le famiglie in grande difficoltà per la mancanza di lavoro e reddito. Info . 3494103507

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X