facebook twitter rss

Il prefetto Filippi in visita agli Artigianelli

FERMO - Il prefetto incontrerà e parlerà con allievi, docenti e tutti i collaboratori, particolarmente con 10 allievi che, dal 19 gennaio al 8 febbraio, prenderanno parte ad una esperienza di tirocinio professionale all’estero, in Spagna a Valencia
Print Friendly, PDF & Email

Padre Sante Pessot direttore del centro Artigianelli di Fermo

Giovedì 16 gennaio, alle ore 9,30, il prefetto di Fermo la dott.ssa Vincenza Filippi sarà in visita presso il Centro Formazione Professionale Artigianelli per incontrare gli allievi, i docenti e tutti i collaboratori e dialogare con i giovani del Centro Artigianelli. Particolarmente con 10 allievi che, dal 19 gennaio al 8 febbraio, prenderanno parte ad una esperienza di tirocinio professionale all’estero, in Spagna a Valencia, nell’ambito del progetto Erasmus Plus (KA1) “Sportello Europa: la mobilità transnazionale per l’internazionalizzazione delle Competenze”

Il progetto, promosso e coordinato da Scuola Centrale Formazione, ha l’obiettivo di realizzare 250 percorsi di mobilità formativa indirizzata ai giovani della Istruzione e Formazione Professionale.

Il prefetto Vincenza Filippi

Il canale di finanziamento Erasmus garantisce la copertura dei costi di viaggio e sussistenza in loco per tutti i partecipanti. Gli studenti parteciperanno ad un programma formativo che prevede un tirocinio professionalizzate in aziende dislocate nella città di Valencia, nei settore termo idraulico, meccanico e calzaturiero.

 

“Per quanto l’esperienza in un paese diverso dal proprio, con abitudini, stili di vita, modalità di organizzazione, tipologia di servizi diversi, rappresenti già di per sé un fattore potente di cambiamento – spiega il direttore del centro Padre Sante Pessot –  è importante avvicinarsi a queste proposte costruendo il percorso più adeguato e adatto per gli allievi, prendendo in considerazione diverse variabili quali: durata della mobilità formativa, età degli allievi, livello linguistico e tipologia di percorso di professionalizzazione che si sta realizzando”.

A questo scopo, i tirocini formativi sono stati programmati utilizzando gli strumenti di Gores 2, prevendendo l’uso dei Tool europei ECVET(European Credit System for Vocational Education and Training) applicati alla mobilità transnazionale di giovani in formazione. Questo dispositivo permette non solo la definizione di un programma formativo adatto, ma la valorizzazione dei risultati di apprendimento quindi la valutazione e il riconoscimento dell’esperienza una volta rientrati in Italia.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X