facebook twitter rss

C’è bisogno di un’area fitness alla Faleriense? I dubbi della minoranza e dei residenti

PORTO SANT'ELPIDIO - Partecipata riunione promossa da Marcotulli e Battilà: "Scelta un'area sbagliata, di dimensioni ridotte e vicina alla strada, meglio cambiare"
Print Friendly, PDF & Email

Si sono presentati cittadini, appassionati di sport all’aperto, rappresentanti delle associazioni di quartiere Faleriense e San Filippo, alcuni commercianti, all’assemblea pubblica organizzata ieri sera dal capogruppo di Fratelli d’Italia Giorgio Marcotulli e da Gian Vittorio Battilà del Laboratorio civico. Un incontro per ragionare sull’opportuna collocazione della nuova area sportiva, con piattaforma da basket, su cui l’amministrazione comunale ha intenzione di investire per la zona sud della città.

“Una serata costruttiva – notano gli organizzatori della serata – da cui sono stati desunti elementi importanti, tra cui forti dubbi sulla opportunità di un’area fitness visto lo stato attuale di tutte le altre della città, che in pochi anni sono state praticamente dismesse. Altri dubbi si nutrono sull’ubicazione del progetto, in primis l’area individuata è a ridosso della strada e per un campo da basket anche il fattore sicurezza è da tenere in considerazione. Si tratta comunque di uno spazio piccolo che non lascia spazio ad idee di ulteriore sviluppo”.

Un confronto dal quale, oltre alle criticità, sono emerse alcune proposte da sottoporre a palazzo comunale. I suggerimenti formulati nel corso del dibattito vertono in primis sullo spostamento dell’area fitness nei pressi dello spazio verde più a sud, noi pressi del parco Borsellino; largamente condivisa l’opinione che il campo da basket vada allestito in un’area più idonea ed ampia, che possa nel tempo essere allargata sviluppare un vero centro polivalente che sappia concretamente dare risposte al quartiere, magari fornendo anche un opportunità turistica.

Punti ritenuti più idonei sono l’area a nord rispetto a quella individuata, più larga e senza alberi piantumati. Non si esclude neanche il terreno vicino al centro sociale di via Pesaro, “che si presta a più ampi progetti riqualificando un sito oggi poco sfruttato. Anche la zona all’estremo sud, nei pressi della piscina comunale, potrebbe prestarsi”. In conclusione, si prepara una raccolta firme per sottoporre all’amministrazione queste proposte. “Se servisse un passaggio in consiglio comunale comunale chiederemo di rivedere l’ubicazione e la progettualità presente e futura – sintetizza Giorgio Marcotulli – Sono certo che sindaco, giunta e consiglieri sapranno cogliere i buoni propositi di questa iniziativa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X