fbpx
facebook twitter rss

Più di mille giovani da tutta l’Arcidiocesi
per ascoltare don Fabio Rosini
(IL VIDEO DELLA SERATA)

FERMO - Don Fabio Rosini ha parlato per un’ora e venti minuti: tanti gli stimoli di riflessione offerti, tante le parole capaci di scaldare il cuore di tutti i giovani intervenuti, rimasti attenti dall’inizio alla fine.
Print Friendly, PDF & Email

 

L’impatto, entrati in chiesa, lasciava senza fiato. Più di mille giovani provenienti da tutta l’Arcidiocesi di Fermo si sono ritrovati in Cattedrale ieri sera, venerdì 17 gennaio, all’incontro organizzato per loro all’interno del Settenario del Pianto.

“L’attenzione ai giovani – spiega don Paolo Scoponi, vicario foraneo e Presidente della Commissione per la promozione della devozione alla Madonna del Pianto – è stato il primo pensiero avuto nel programmare il Settenario. In linea con il convegno diocesano di inizio anno pastorale (che ha avuto al centro i giovani), da subito si è voluta pensare ad una importante serata “a tema” all’interno di uno straordinario momento di grazia e fede qual è il Settenario del Pianto: una devozione forte nella città ma anche in tutta la diocesi, che mette al centro Maria, Madre della Chiesa, Madre dei Giovani. Ecco allora – conclude don Paolo – l’invito a Rosini”.

Don Fabio Rosini ha parlato per un’ora e venti minuti: tanti gli stimoli di riflessione offerti, tante le parole capaci di scaldare il cuore di tutti i giovani intervenuti, rimasti attenti dall’inizio alla fine.

“Con Maria, la donna del Si” il titolo che ha ispirato l’intervento di don Rosini, il quale, partendo da un simpatico ricordo di quando era bambino un po’ impaurito di fronte alla statua della Madonna con le 7 spade in casa dalla nonna, ha poi avviato un interessantissimo commento al brano dell’annunciazione. Un brano che vede Dio fare la prima mossa nel cercare Maria (come cerca ed ama ciascuno di noi), vede l’angelo Gabriele portare un bel messaggio (come tanti angeli che incontriamo anche noi nella nostra vita), vede Maria inizialmente turbata ma accogliente e capace di sconfiggere le paure (come turbati siamo anche noi quando dimentichiamo che, insieme al Signore, non dobbiamo avere paura di niente).

Davvero interessante la riflessione sulla bellezza di quello che i giovani già sono, senza rincorrere modelli che non li appartengono e che li distraggono dall’apprezzare quello che sono, a partire dai limiti che invece, se accolti, possono essere importanti occasioni di crescita. Unanimi i commenti dei presenti: serata splendida, indimenticabile, di riflessione e crescita nella fede. Un serata che ha saputo far incontrare i giovani con Maria, e che ha permesso alla Madonna del Pianto di riaffacciarsi in diocesi con una devozione intanto ricordata, ma che saprà pian piano ritrovare forza e slancio. Oggi, sabato 18 gennaio, è il giorno dedicato ai ragazzi delle medie, che si ritroveranno in cattedrale dalle 15.00 alle 16.00 per un incontro a loro misura organizzato dal C.O.F. (Coordinamento Oratori Fermani). Centrali saranno le 7 spade della Madonna e… centrali saranno i ragazzi/e stessi/e, che verranno subito coinvolti in una missione speciale. Penultimo importante momento, prima della processione di rientro di domani, domenica 19 gennaio alle ore 16.00, sarà l’incontro programma questa sera alle ore 21.15, sempre in cattedrale. “Piena di Grazia” il titolo di un importante incontro culturale che metterà al centro la bellezza, lo splendido patrimonio artistico dell’Arcidiocesi di Fermo e, immancabile, la figura di Maria. A raccontare il bello che ci circonda sarà il Prof. Vittorio Sgarbi, presente per una conferenza sulla figura di Maria nell’arte.

Maggiori informazioni sul sito  http://www.fermodiocesi.it”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X