facebook twitter rss

”Per un cristallo di fiato”,
la lezione-spettacolo
con Cesare Catà

PORTO SANT'ELPIDIO - Appuntamento fissato per giovedì 30 gennaio alle 21,15 all'interno de La Piccola. L'assessora alla Cultura, Luca Piermartiri: "Momento di riflessione incentrato sulla giornata di ieri, 27 gennaio, dedicata alla Memoria e basato su Paul Celan, il più rappresentativo poeta ebraico del '900"
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì 30 gennaio, alle ore 21.15, presso La Piccola, si terrà l’iniziativa “Per un cristallo di fiato” , una lezione – spettacolo su Paul Celan di e con Cesare Catà, filosofo e performer teatrale, nonché autore di saggi di filosofia e letteratura.

Luca Piermartiri, Assessore alla cultura de Comune di Porto Sant’Elpidio commenta per come segue: “Sarà una serata di cultura e di riflessione incentrata sulla giornata di ieri, 27 gennaio, dedicata alla memoria: una data simbolo istituita in Italia il 20 luglio del 2000, non solo per commemorare la Shoa, ma anche per riflettere sulle leggi razziali approvate dal fascismo e sulla ‘soluzione finale’ voluta dai nazisti – ha proseguito il membro di giunta -. Nel corso della settimana ci saranno diverse iniziative, nelle scuole e non solo. Lo scopo è quello di non dimenticare mai questo momento drammatico del nostro passato e ribadire quanto la storia abbia sempre qualcosa da insegnare”.

Gli ha fatto eco Cesare Catà: ” Il poeta Paul Celan, forse il più rappresentativo poeta ebraico del ‘900, è utile per poter esemplificare il significato della giornata della memoria. In particolare per il suo problematico incontro con il filosofo tedesco Martin Heidegger, il quale per molti versi abbracciò la filosofia nazionalsocialista. La mancata comunicazione tra i due assurge dunque a simbolo di quella ferita che si ascrive nel cuore del 900 – ha concluso Catà – e che Celan seppe trattare con i suoi versi confutando la massima di Adorno, secondo la quale fare poesia dopo Auschwitz è impossibile. Celan dimostrò a costo della vita il contrario, con commoventi versi lirici intrisi di struggente dolore”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X