facebook twitter rss

Il Porto Sant’Elpidio ci ha provato,
ma la vittoria è della Bakery

SERIE B - Il quintetto di Piacenza porta via l'intera posta in palio dal palace della riviera per 72-80. Buono l'avvio dei padroni di casa, con gli ottimi valori del quintetto di coach Campanella venuti inesorabilmente a galla solo dopo il riposo lungo. Per la Cenerentola del girone matura quindi un nuovo stop di torneo
Print Friendly, PDF & Email

Gabriele Marini, vice coach del Porto Sant’Elpidio

di Paolo Gaudenzi

 

PORTO SANT’ELPIDIO – Con un Joshua Giammò in più al posto del cecchino tiratore Georgi Sirakov approdato al Nardò, il Porto Sant’Elpidio ha ospitato quest’oggi la Bakery Piacenza, collettivo lanciato tra le posizioni al vertice della classifica.

Ne è purtroppo scaturita la preventivabile sconfitta della vigilia, per uno stop che contribuisce a schiacciare i rivieraschi sul fondo della lista. Le dinamiche però vissute sul campo (e non da meno il punteggio a maturare in corso d’opera) hanno testimoniato in favore di una selezione elpidiense combattiva e tutt’altro che arrendevole.

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO BASKET 72: Bastone 18, Borsato 16, Malagoli 13, Costa 10, Giammò 8, Lusvarghi 4, Sagripanti 3, Balilli 0, Pereira 0, Di Pietro 0, Rosettani 0. All. Sabatino

BAKERY PIACENZA 80: Perin 20, Bruno 17, Cena 11, De Zardo 10, Birindelli 7, Vangelov 5, Pedroni 5, Artioli 3, Udom 2, El Agbani 0. All. Campanella

PARZIALI: 24-19, 19-29, 10-18, 19-14

LA CRONACA

Costa, Borsato, Malagoli, Bastone e Lusvarghi il quintetto rivierasco schierato in avvio al quale si contrapponevano i piacentini Perin, Bruno, De Zardo, Cena e Vangelov. Inizio a ritmo blando e con realizzazioni pressoché equilibrate, poi Bastone e Borsato suonavano la carica chiudendo il primo parziale avanti di cinque punti. Il pareggio ospite però era cosa fatta al rientro in campo, i rivieraschi cercavano così di contrastare la verve e la tecnica della Bakery sul piano fisico, ma si andava al riposo lungo con un parziale da più dieci per Cena & soci.

Nel terzo quarto si consumava la spallata decisiva per le sorti della gara in favore di Piacenza, con diversi uomini a raggiungere la doppia cifra. Nell’ultimo parziale il quintetto di coach Campanella gestiva pressoché il distacco accumulato, tenendo a distanza una compagine di casa combattiva fino all’ultimo. Alla resa dei conti gli emiliani hanno quindi preso la via del ritorno con l’intera posta in palio grazie al 72-80 della sirena.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X