facebook twitter rss

La refurtiva ‘torna a casa’: la polizia
riconsegna un’auto e attrezzi da bricolage,
una denuncia per ricettazione

FURTI - L'auto era stata rubata a Porto Sant'Elpidio mentre gli arnesi, riconosciuti dai proprietari, in abitazioni tra il Fermano e il Maceratese
Print Friendly, PDF & Email


Nel corso dei controlli messi in campo negli ultimi giorni dalla Polizia di Fermo, alla sala operativa della questura è giunta la comunicazione del rinvenimento, a Porto Sant’Elpidio, di un’auto abbandonata e oggetto di furto.

“Il personale della Polizia di Stato si è recato sul posto, accertando la presenza del veicolo, il cui furto era stato denunciato la stessa mattina all’Arma dei Carabinieri di Porto Sant’Elpidio. L’auto è stata riconsegnata al legittimo titolare, subito giunto sul posto.
Tra le tante impegnative attività svolte, anche la soddisfazione di aver potuto restituire la refurtiva ai legittimi proprietari; infatti, a seguito del comunicato del 29 gennaio 2020 e con la collaborazione degli organi di stampa, la Polizia di Stato è stata contattata dai proprietari delle attrezzature e degli oggetti rinvenuti nell’abitazione di Piane di Falerone.
Si è così accertata la provenienza illecita di tutti gli oggetti ritrovati, i furti dei quali, perpetrati in abitazioni ubicate in località interne delle province di Fermo e Macerata, erano stati regolarmente denunciati il mese scorso alle stazioni dell’Arma competenti per territorio.
Tutte le attrezzature, dopo il riconoscimento da parte dei proprietari, cittadini italiani e stranieri residenti nell’entroterra, sono state loro riconsegnate mentre l’utilizzatore dell’abitazione dove erano state trovate dalla Polizia è stato denunciato per ricettazione. Il personale della Squadra Mobile ha ottenuto il plauso ed il ringraziamento da parte dei proprietari rientrati in possesso, in breve tempo, degli oggetti sottratti”.

Proprietari refurtiva cercasi, l’appello della Questura di Fermo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X