facebook twitter rss

Cna Fermo, Silenzi e Migliore:
“Bene le risorse per area di crisi, attendiamo stanziamento per le infrastrutture”

CNA - "Si aggiungono a bandi importanti per imprese moda e abitare, con Marche Innovation Hub siamo punto di riferimento per internazionalizzare e innovare”"
Print Friendly, PDF & Email


A giorni la firma del PRRI (Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale) per l’area di crisi fermano-maceratese, per un totale di 30 milioni di euro da mettere a bando: “E’ una buona notizia – commenta il Presidente CNA Fermo Paolo Silenzi – e ci auguriamo di capire bene anche quanto sarà destinato alle infrastrutture, perché uscire dalla condizione da “anno zero”, come è stata recentemente definita, in cui viviamo è fondamentale per ripartire”.

Infrastrutture al palo e un’area di crisi riconfermata dai numeri: “Il Fermano ha perso, tra il 2018 e il 2019, 179 imprese, di queste 68 erano manifatturiere. Nello specifico – ricorda il Direttore Generale Alessandro Migliore – nel settore pelli e calzature il numero delle imprese attive è calato del 3.9%, vale a dire che 86 aziende hanno chiuso. Anche per il Maceratese il segno è negativo, con 278 imprese chiuse nel 2019, di cui 41 nel comparto calzaturiero”.

Ai bandi che arriveranno per l’area di crisi, nel frattempo si aggiunge un bando regionale non meno importante, che vede uno stanziamento di 5,6 milioni di euro: sono risorse disponibili a fondo perduto per le imprese dei principali settori del Made in Italy, cioè moda e legno, che intendono consolidare le loro esportazioni all’estero o sviluppare processi di innovazione.
“Per la presentazione della domanda di contributo c’è tempo fino al 10 marzo – spiega Migliore, che è anche il responsabile di CNA Federmoda per Macerata e Fermo – il bando finanzierà al 50% interventi di innovazione del prodotto o della linea di produzione finalizzati alla realizzazione di nuove collezioni che valorizzino in particolare il design, l’eco design, l’ideazione estetica, la progettazione, la prototipazione e la produzione personalizzata. Ammissibili anche interventi diretti a potenziare la presenza delle imprese marchigiane sui mercati internazionali”.

Grazie a servizi consolidati come Innovation Box ed Export Box l’associazione di categoria si candida ad essere punto di riferimento per le imprese che vogliono internazionalizzare: “A questo – conclude Migliore – si affianca la rete di professionisti e imprese creta da CNA e chiamata Marche Innovation Hub, presieduta da Marzio Sorrentino: un network preziosissimo per accompagnare chi si vuole affacciare su nuovi mercati in maniera seria e strutturata”.

Gli uffici CNA di Macerata e Fermo sono disponibili per fornire informazioni dettagliate sul bando moda e abitare, oltre che per una valutazione di massima della partecipazione dell’impresa [CNA Macerata 0733/27951 – CNA Fermo 0734/600288].


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X