facebook twitter rss

Terremoto, Battistoni (Fi): “42 giorni
senza commissario e ora spunta il
nome di Ceriscioli, è una presa in giro”

SISMA - Il senatore azzurro e coordinatore regionale del partito incalza: "Il governatore regionale ha già avuto un ruolo nella ricostruzione anche come sub commissario e con risultati francamente irrisori. Se il Pd vuole usare il terremoto per dare un contentino a Ceriscioli e liberarsene politicamente, si sbaglia di grosso, Forza Italia si batterà contro questo modo di fare assolutamente incomprensibile"
Print Friendly, PDF & Email

 

Francesco Battistoni

“42 giorni senza commissario, senza che nessuno si stia sentendo colpevole di questa vacatio, di questo non scegliere, di questo disinteresse totale verso le persone di un territorio flagellato dal terremoto del quale ormai non interessa più a nessuno, 42 giorni senza commissario, ma non solo: sono 42 giorni in cui non si è prodotta alcuna norma a favore dei 138 comuni che attendevano, oltre alla nomina del nuovo commissario, la modifica della legge 189 o l’individuazione di altri strumenti antiburocrazia per gli enti locali”.

Approccia così la vicenda, tramite una nota ufficiale, il senatore Francesco Battistoni, commissario regionale di Forza Italia Marche, che prosegue.

“In questi 42 giorni di elettroencefalogramma piatto, l’unico sussulto è stato dato da alcuni rumors, secondo i quali il Governo indicherà a breve il presidente della Regione Marche come nuovo commissario. Speriamo che questa sia solo una non notizia, una indiscrezione giornalistica errata, altrimenti c’è l’assoluta consapevolezza che la toppa sia peggio del buco”.

“Perché Ceriscioli ha già avuto un ruolo nella ricostruzione, non solo da governatore, ma da sub commissario. Con risultati francamente irrisori – ha concluso Battistoni -. Se il Pd vuole usare il terremoto per dare un contentino a Ceriscioli e liberarsene politicamente, si sbaglia di grosso, la gente non ha l’anello al naso, e Forza Italia si batterà contro questo modo di fare assolutamente incomprensibile”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X