facebook twitter rss

Ceriscioli: “Lonely planet,
premio all’impegno
e alla passione degli operatori turistici”

FERMO - Il presidente della Regione Marche insieme all’assessore regionale Fabrizio Cesetti e al consigliere regionale Francesco Giacinti ha partecipato alla consegna dei kit ufficiali “Lonely Planet – Best in Travel 2020” agli operatori turistici del Fermano
Print Friendly, PDF & Email

“Lonely Planet lo viviamo insieme agli operatori di settore come un premio all’impegno e alla passione che ci mettono, credendo nel turismo. Da parte nostra daremo il supporto attraverso la comunicazione: è ancor viva la soddisfazione di aver avuto 60 milioni di contati con lo spot di Vincenzo Nibali andato in onda al Festival di Sanremo. Il 2020 è un anno speciale, è l’anno di Raffaello, della Porta Santa di Loreto e dello stesso premio che ci ha riconosciuto Lonely Planet: metteremo tutto il nostro impegno per far crescere un lato della nostra economia che non è ancora del tutto sfruttato e che può dare tanto in termini di crescita di prodotto interno lordo, ma soprattutto tanti posti di lavoro”.

Così a Fermo, nella splendida cornice della sala dei ritratti del Palazzo dei Priori, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli accompagnato dall’assessore regionale, Fabrizio Cesetti e dal consigliere regionale Francesco Giacinti ha consegnato i kit ufficiali “Lonely Planet – Best in Travel 2020” agli operatori turistici della provincia di Fermo.

“Una strategia promozionale – spiegano dalla Regione in una nota stampa – per coinvolgere in un virtuoso gioco di squadra il sistema turistico e chi contribuisce con il proprio impegno e lavoro a far riconoscere le Marche come destinazione turistica di eccellenza, proprio come ha certificato Lonely Planet con una motivazione emblematica. Una delle ragioni del suo grande fascino è proprio quella di poter esplorare con calma, e in relativa solitudine, maestose rovine romane, svettanti architetture gotiche, massicci castelli medievali e sublimi palazzi rinascimentali che custodiscono collezioni d’arte tra le più ricche d’Italia. Il tutto racchiuso tra alte montagne boscose e la placida costa dell’Adriatico e condito da golosi festival gastronomici. Come è noto, le Marche sono al secondo posto tre le dieci migliori al mondo (la prima è la La Via della Seta) e unica destinazione italiana in classifica. Sono oltre duemila gli operatori della provincia di Fermo suddivisi in diverse tipologie: Alberghi, Alloggi agrituristici, Alloggi in affitto, Aree di sosta Plein Air, B&B, Case per ferie, Ostelli della gioventù, Residenze turistico alberghiere, Rifugi, Stabilimenti Balneari, Villaggi turistici che riceveranno il kit ufficiale”.

“Festeggiamo questo straordinario risultato – ha detto Ceriscioli rivolgendosi agli operatori – che rappresenta non un punto di arrivo, ma di partenza. Essere stati riconosciuti come seconda regione al mondo da visitare nel 2020 è un fatto straordinario. Dobbiamo recuperare il mercato internazionale e sono convinto che un punto essenziale per la crescita sia il recupero dell’aeroporto”.

“Sarà un anno ricco di attività e iniziative, a conferma del ruolo di rilievo, a livello mondiale, che – concludono dall’ente regionale – gli ha tributato Lonely Planet, la guida turistica per eccellenza, punto di riferimento non solo per chi vuole partire zaino in spalla, ma per tutti coloro che amano scoprire da vicino, aneddoti, usi e costumi di ogni parte del globo. I numeri parlano di risultati molto soddisfacenti: secondo l’Osservatorio regionale del Turismo, da gennaio ad ottobre 2019, si è registrato un + 5,46 negli arrivi e + 5,95 nelle presenze rispetto al 2018, un dato più che lusinghiero considerati anche i recenti avvenimenti sismici del 2016. Dopo un primo calo fisiologico infatti, proprio l’area del cratere nel 2018 ha visto un +10,21% negli arrivi e + 16,46 % nelle presenze. La cerimonia è iniziata con la proiezione di filmati promozionali a cui è seguita la vera e propria consegna sul palco. A quello di Fermo seguirà l’ultimo incontro sul territorio il 19 febbraio ad Abbadia di Fiastra per completare la consegna a tutte le province delle Marche”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X