facebook twitter rss

Marca Fermana punta sulla promozione fieristica, Bascioni: “Passaggio, quasi obbligato, per farci conoscere al di fuori delle nostre mura”

PROMOZIONE - Bascioni: “Le fiere, quindi la promozione turistica del territorio, sono il primo passaggio, quasi obbligato, per far conoscere al di fuori delle nostre mura le peculiarità di un territorio piccolo ma straordinario per interesse e diversità"
Print Friendly, PDF & Email

 

Con il nuovo anno ricomincia anche la promozione fieristica di Marca Fermana. Programmate già a fine 2019, quindi a cavallo tra la presidenza di Pompozzi e quella di Bascioni, le prime attività fieristiche del 2020 si sono svolte principalmente nei paesi del nord Europa e vede la collaborazione con la Regione Marche. L’ente regionale mette a disposizione degli operatori uno spazio all’interno del suo stand organizzato nella macro-area dell’Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo che si occupa della promozione dell’Italia all’Estero.

Ad aprire l’anno, l’11 e il 12 gennaio, è stata la fiera Cycling & Hiking Holiday di Stoccarda. L’evento richiama tutti gli appassionati del bike e del trekking, in entrambi i giorni l’affluenza di pubblico è stata molto alta e le principali richieste di informazioni riguardavano la possibilità di vacanze all’aria aperta e a contatto con la natura. Altro appuntamento annuale è la fiera Vakantiebeurs di Utrecht, tenutasi dal 16 al 19 gennaio. La fiera richiama un bacino di utenza molto alto vista la vicinanza con la città di Amsterdam. Nei quattro giorni di fiera i visitatori sono stati più di 100.000. Gli Olandesi amano organizzare le vacanze in maniera autonoma e prediligono luoghi dove poter fare escursioni e attività all’aria aperta. Le principali richieste di informazioni riguardano i campeggi e le aree di sosta camper, nonché la possibilità di effettuare escursioni di diversa difficoltà.

Dal 24 al 26 gennaio è stata la volta dell’evento Holiday World Show di Dublino. È la prima partecipazione a questo evento da parte di Marca Fermana ed è stato utile soprattutto per capire qual è l’interesse oltremanica nei confronti del nostro territorio. Il salone delle vacanze di Dublino è un evento interessante che vede la partecipazione di più di 40.000 visitatori e oltre 1.000 destinazioni presenti. Il mese di gennaio si chiude con la fiera Fespo di Zurigo, che si è tenuta dal 30 gennaio al 2 febbraio. Anche in questo caso è la prima partecipazione di Marca Fermana in un evento in
Svizzera. La fiera è aperta al pubblico, che ha fatto registrare una buona affluenza in tutti i giorni di apertura. I visitatori, quindi i potenziali turisti, sono di fascia alta, l’aeroporto di Zurigo permette di raggiungere moltissime mete del mondo e il pubblico è abituato a viaggiare. Sicuramente la fiera è da tenere in considerazione anche per il prossimo anno in quanto la Svizzera è tra i principali arrivi nelle Marche.

Dal 6 al 9 febbraio ha preso il via il Salon des Vacances di Bruxelles. Una fiera in cui l’associazione ha già partecipato anche negli anni passati e che si è rivelata sempre una manifestazione
interessante. L’affluenza di pubblico è alta mentre si riscontra una bassa presenza di tour operator e altri operatori del settore. Il turista belga viaggia tutto l’anno ed è molto interessato a camping, bike e piazzole per camper.

Immancabile è stata la presenza alla BIT di Milano, dal 9 all’11 febbraio, in cui Marca Fermana, pur senza uno stand proprio, ha partecipato con i propri soci e parte del proprio direttivo (Gatti,
Latini, Bascioni, Cannella) in tutti i giorni della manifestazione. Il prossimo appuntamento sarà la fiera F.re.e di Monaco di Baviera, a fine febbraio, che ogni anno vede una grande partecipazione di pubblico. La zona infatti raccoglie visitatori da tutta la Baviera. La manifestazione è incentrata principalmente sul mondo del caravaning e delle attività all’aria aperte e già negli anni passati è risultata essere una fiera interessante per il nostro territorio. La Germania, e in particolare la zona della Baviera, è tra le nazioni con gli arrivi più alti nelle Marche, vista anche la presenza di voli diretti con l’aeroporto di Monaco.

Per Marca Fermana, in queste prime fiere, la partecipazione è avvenuta grazie alla collaborazione con i suoi soci e consiglieri, in particolare con Simone Lilla che ha proposto all’interno dello spazio della Regione Marche degustazioni di vini e show cooking con prodotti del territorio. Bascioni: “Le fiere, quindi la promozione turistica del territorio, sono il primo passaggio, quasi obbligato, per far conoscere al di fuori delle nostre mura le peculiarità di un territorio piccolo ma straordinario per interesse e diversità. Questo non vuol dire che la partecipazione alle fiere tematiche è l’unica opzione possibile, ma si vuole far capire che in una galassia turistica complessa e variopinta la Marca Fermana, intesa come territorio, deve divulgare la propria identità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X