facebook twitter rss

Non si fermano all’alt: inseguiti
si schiantano contro il muro
della caserma, tre banditi in fuga

PORTO SANT'ELPIDIO - Tre malviventi, dopo aver forzato l'alt dei carabinieri del Radiomobile, si sono schiantati contro il muro della caserma per poi guadagnare la fuga sui binari della ferrovia, Nell'auto arensi da scasso e sacchetti usati per contenere oro e monili
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli e Andrea Braconi

I carabinieri del Radiomobile, ancora una volta, ci avevano visto giusto. Questa sera, intorno alle 20, infatti una pattuglia del Radiomobile dei carabinieri di Fermo ha intimato l’alt a una vettura a Porto Sant’Elpidio. E il sospetto era fondato.

Sì perché il giovane al volante, nell’auto insieme ad altri due ragazzi, invece di fermarsi ha premuto il piede sull’acceleratore nel tentativo di scappare. Ne è nato un rocambolesco inseguimento con i fuggitivi a cercare di dileguarsi e i militari dell’Arma a tallonarli, a non mollare di un centimetro. E alla fine, dopo sorpassi e curve azzardate, l’auto in fuga, dopo aver impattato con alcune auto, è andata a schiantarsi, ironia della sorte, proprio contro il muro di cinta della caserma dei carabinieri di Porto Sant’Elpidio. Ma dopo l’impatto i tre malviventi sono schizzati fuori dall’auto e, raggiunta la ferrovia, sono scappati sui binari. I militari dell’Arma hanno trovato all’interno della vettura degli arnesi da scasso e dei sacchetti di quelli utilizzati per custodire oro e monili. Evidentemente i banditi, prima di lasciare l’auto, o nel corso della fuga, si sono messi in tasca una possibile refurtiva. E non si esclude che possa trattarsi di ladri che hanno messo a segno dei furti, in questi ultimi giorni, tra Sant’Elpidio a Mare e Monte Urano. Le ricerche dei carabinieri di quei tre in fuga sono ancora in corso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X