facebook twitter rss

A lezione universitaria
con il Panchester United

CALCIO CAMMINATO - La compagine fermana, campione d'Italia in carica nella disciplina, ha tenuto un'importante incontro informativo presso l'ateneo abruzzese "Gabriele D'Annunzio" Pescara-Chieti
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Il Panchester United, squadra Campione d’Italia di calcio camminato, fa scuola.

O meglio, sale in cattedra. E’ il caso di dirlo. Nei giorni scorsi la compagine, rappresentata dal fondatore e patron Fabio Belà, insieme ad alcuni giocatori, è stata invitata a parlare di questo sport e dei suoi benefici all’Università degli Studi di Chieti-Pescara, in particolare agli studenti del Corso di studio in Scienze delle Attività Motorie e Sportive e del Corso di Laurea Magistrale in Scienze delle Attività Motorie Preventive.

La rappresentanza della compagine fermana, composta anche da Leonello Alessandrini, Domenico Giammaria, Giordano Paoloni e Enrico Matteucci, ha potuto fare una dimostrazione pratica di questa disciplina sportiva e sottoporsi anche ai relativi test medici: il calcio camminato, infatti, ha benefici nella cura dell’ipertensione, del diabete e delle malattie cardiovascolari e per questo l’Ateneo abruzzese ha voluto organizzare questo momento teorico-pratico con gli studenti, invitando a parlarne chi ha realmente iniziato per gioco, come il Panchester da Molini Girola e che ora, come noto, ha intrapreso – subito dopo lo scudetto conquistato la scorsa estate – un percorso agonistico importante e intenso che vedrà la squadra a maggio a Mallorca disputare la Champions League di questo nuovo sport.

Una bella soddisfazione per questo gruppo di amici, animato come sempre da tanta voglia di fare, amicizia, spirito di gruppo e affiatamento che, dopo essere diventati campioni d’Italia, erano stati ricevuti dal sindaco Paolo Calcinaro e dall’assessore allo sport Alberto Scarfini che ora si congratulano con la squadra, non solo per le gesta sportive ma anche per il bell’esempio, il modello che riescono ad esportare, facendo lezioni anche all’università, sulle qualità benefiche di questo sport per la salute che nasce dal sano gusto di divertirsi.

Il “calcio camminato”, walking football, è una disciplina nata in Inghilterra nel 2011 nei circoli per Over 50 e sta lentamente diventando popolare anche nel nostro Paese: a diffondere la pratica è stata la Uisp. La regola principale di questo particolare modo di giocare a calcio è non correre. Appositamente pensato per chi ha più di 50 anni, nel calcio camminato sono vietati i contrasti, le entrate in scivolata e i contatti violenti: a farla da padrona è la tecnica e il tocco di palla. Un’altra regola singolare è che la sfera non può alzarsi sopra il metro e cinquanta.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X