facebook twitter rss

Dal Vicenza alla Fermana: Bonetto
in vista del derby con la Vis Pesaro

SERIE C - Il difensore giunto in gialloblù nella recente finestra di mercato racconta i suoi primi giorni da canarino, il tutto nella settimana che sfocia con la stracittadina di sabato alle 18.30 all'interno del Bruno Recchioni
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Gaudenzi

 

FERMO – Andrea Bonetto (foto), difensore.

E’ lui il giocatore messo a disposizione dei media dalla società nella settimana che sfocia con il derby di sabato, interno, sulla Vis Pesaro. 

Giunto nella recente finestra di mercato, il difensore vicentino è sceso subito in campo nel derby vinto in casa delle Samb, complici anche diverse assenze nel reparto.

Nel salutare la conferenza, Bonetto approccia dunque la stampa proprio con il successo del Riviera delle Palme. 

“Esordio contro la Samb? Le motivazioni fanno sopperire fatica, fastidi e l’assenza di calcio giocato. E’ stata una vera emozione partire subito titolare. Fortunatamente a coincidere con l’inizio di una serie di vittorie che hanno aiutato tutti, me ed in nuovi arrivati ad inserirsi nel migliore dei modi. Il processo di inserimento quindi si è facilitato“.

“Ora sto bene, ho recuperato dal piccolo infortunio patito al flessore contro il SudTirol ed eccomi di nuovo in gruppo – ha proseguito -. A Padova ho visto una Fermana di spessore, fisico e tecnico, per una partita ben fatta. Non è facile giocare così fuori casa, specie a Padova, collettivo costruito per fare bene”.

Zironelli? – la domanda dei colleghi messa sul piatto in merito ai tecnici che ha incontrato sul percorso da over appena intrapreso -. Mi ha insegnato tanto, quando esci dal settore giovanile e vai tra i grandi si ha davanti un mondo diverso. Il mister mi ha indirizzato nel gestire la palla nel migliore di modi. Di Carlo invece carica la squadra, è un vero agonista, punta tutto sull’impegno proprio per come era da giocatore. Antonioli lo sto conoscendo ora, mi pare di capire che trasmette tranquillità, chiede cose semplici, ma alla fine risultano ugualmente efficaci“.

“Sono qui per mettermi in gioco, dimostrare i miei valori – ha chiuso Bonetto -, spero di meritare una conferma dalla società. Il mio ruolo preferito? Il centrale ma ho fatto anche il terzino. Qui spesso giochiamo a tre, quindi come terzo di destra mi trovo comunque bene”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X